cos'è l'acido oleico

L’olio di oliva, consumato fin dal 4000 a. C, dalle popolazioni mediterranee come cibo, come farmaco e come cosmetico, è stato oggetto di numerosi studi scientifici, epidemiologici, clinici e sperimentali che hanno confermato il suo ruolo protettivo nei confronti della salute. Vediamo cos’è l’acido oleico contenuto nell’olio di oliva e i suoi effetti benefici.

Cos’è l’acido oleico?

L’acido oleico è un acido grasso monoinsaturo, di cui è particolarmente ricco l’olio di oliva. Si tratta di grassi scarsamente esposti al rischio perossidativo dei radicali liberi. Essi svolgono attività protettiva nei confronti delle vasculopatie, delle neoplasie e combattono la degenerazione cerebrale senile.

L’acidità di un’olio è espressa in percentuale di acido oleico e rappresenta il contenuto di acidi grassi liberi presenti nell’olio di oliva.

L’acido oleico è quindi un acido grasso monoinsaturo costituito da ben 18 atomi di carbonio, appartenente alla famiglia degli Omega-9. È tipico dell’olio di oliva, presente al suo interno con una percentuale pari al 60-80%, soprattutto nella forma esterificata, ovvero i cosiddetti trigliceridi.

Un olio ricco di acido oleico è senz’altro più stabile rispetto ad un olio con un elevato contenuto di acidi grassi polinsaturi ed è proprio grazie a questo aspetto che l’olio di oliva ha un punto di fumo elevato e risulta perfettamente adatto per ogni tipo di frittura.

La resistenza al calore, alla luce e all’aria, limite va a limitare anche la perossidazione lipidica, molto nociva per la nostra salute.

La percentuale di acido oleico presente all’interno dell’olio di oliva ci indica uno dei principali fattori di qualità dell’olio, ovvero l’acidità. Un parametro che sintetizza al meglio una valutazione complessiva sulla qualità chimica dell’olio: più alto è il suo valore e più scadente è la qualità del prodotto.

L’acidità consente di valutare le eventuali alterazioni che le olive e l’olio subiscono durante i processi di raccolta, trasporto e trasformazione. Un olio di oliva prodotto con olive sane e raccolte al punto giusto di maturazione, avrà un’acidità molto bassa (pari allo 0,8%).

Il nostro organismo non è in grado di percepirlo ed è per questo che vengono effettuate analisi di laboratorio per definirlo al meglio. Non confondiamo il piccante dell’olio con l’acidità! Perché il senso di piccante è dato da una manifestazione sensoriale di tutte le sostanze benefiche presenti all’interno dell’Olio Evo (potentissimi antiossidanti: Polifenoli).

Quali sono le proprietà dell’acido oleico?

Le principali proprietà dell’olio d’oliva e dell’acido oleico possono essere così sintetizzate:

  • effetto protettivo nell’epatite e nelle malattie delle vie biliari in quanto aumenta la secrezione di bile, l’apporto di vitamina A, D e E, l’assorbimento delle altre vitamine;
  • effetto colecistocinetico;
  • facilitazione dell’assorbimento del calcio da parte dell‘intestino;
  • stimolazione dell’attività pancreatica;
  • miglioramento di ulcera e gastrite legato alla ridotta ipersecrezione acida ed all’ipermotilità;
  • ruolo limitante i danni provocati dall’accesso di acidi grassi saturi e di acidi grassi polinsaturi, in quanto aumenta la quantità di colesterolo HDL, e riduce la percentuale di colesterolo totale LDL, i rischi di occlusione delle arterie, la pressione arteriosa, il tasso di zucchero nel sangue;
  • previene o limita l’infarto del miocardio, alcune forme di tumore, gli effetti dell’invecchiamento cellulare, la gastrite, l’ulcera gastrica, l’osteoporosi;
  • migliore resistenza all’ossidazione a temperatura ambiente;
  • ha effetti antiossidanti per la presenza di antiradicali liberi, diuretici, lassativi, febbrifughi, disinfiammanti dello stomaco;
  • migliore resistenza alle alte e durature temperature raggiunte durante la cottura e la frittura.

Correlazione tra olio di oliva e longevità

Sono state così riscoperte le abitudini alimentari dei paesi del Mediterraneo, tra le più sane del mondo: pane, pasta, legumi, frutta secca, pesce, latte e latticini e olio d’oliva come grasso da condimento. L’olio extra vergine d’oliva non è solo il grasso più digeribile, ma ha pure straordinari valori nutrizionali: basti pensare che possiede una composizione biochimica simile a quella del latte materno.

La popolazione italiana è una delle più longeve del mondo. Tale longevità viene attribuita proprio alla Dieta Mediterranea, ricca di frutta, di ortaggi, di verdura, di carboidrati complessi, di pesce azzurro e soprattutto di olio di oliva.

Gli effetti benefici dell’Acido Oleico

L’acido oleico è noto per i suoi effetti benefici in particolar modo per quelli che riguardano il sistema cardiovascolare. Riesce a mantenere normali i livelli di colesterolo nel sangue riducendo così i valori della pressione arteriosa.

L’Efsa, l’autorità europea per la sicurezza alimentare, ha permesso l’impiego di prodotti a base di acido oleico proprio con l’indicazione di mantenimento nella normalità dei livelli di colesterolo.

Precisa che: “la sostituzione di grassi saturi nella dieta con grassi insaturi come l’acido oleico contribuisce al mantenimento dei normali livelli di colesterolo nel sangue

Così, si fa dell’olio di oliva un prodotto benefico dal punto di vista salutare. Esercita effetti anti-ipertensivi e antiossidanti e anche protettivi per la salute sistema cardiocircolatorio.

Ricordiamo però che non bisogna esagerare con le quantità. Possiamo però aggiungere che non esistono controindicazioni al consumo di acido oleico e nemmeno particolari interazioni con altri farmaci o sostanze di alcun genere.

Altro importante beneficio è quello relativo al diabete. Secondo l’American Diabetes Association, più di 25 milioni di americani hanno il diabete. Inoltre 7 milioni hanno il diabete non diagnosticato.

Uno studio pubblicato nel febbraio 2000 sulla rivista medica QJM, alcuni ricercatori irlandesi hanno scoperto che le diete ricche di acido oleico migliorano la glicemia a digiuno, la sensibilità all’insulina e la circolazione sanguigna.

Per milioni di persone con diabete e prediabete diagnosticati, il consumo di alimenti ricchi di acido oleico può essere utile nel controllo della malattia.

N.B. L’olio extravergine rappresenta un rimedio naturale e non può in nessun caso sostituirsi ad un trattamento medico. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo eventuali patologie o problemi di salute.

Sei a conoscenza di queste importanti caratteristiche sull’Olio Extravergine di Oliva? Raccontaci cosa ne pensi!

A cura di Anna Angeloro.
Appassionata di scrittura, laureata in lettere e beni culturali.

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Olio Extravergine d’Oliva Nutraceutico Più lo studiano, lo analizzano e lo esaminano e più l’Olio Evo si rivela un elisir di lunga vita. L’olio extravergine d’oliva non è solo il principe d...
Olio di Oliva contro la Stitichezza di Cani e Gatti Tra i rimedi naturali contro la stitichezza di cani e gatti, un problema che all’apparenza può risultare banale, ma che potrebbe nascondere patologie ...
L’olio d’oliva: prezioso scrigno di vitamine Ancora una volta siamo qui a parlare dell'olio extravergine d'oliva, prezioso alimento che la terra generosa, mediterranea e fertile della nostra bell...
L’Olio di Oliva contrasta i tumori intestinali: la nuova scoperta! I ricercatori hanno scoperto che l’olio d’oliva è in grado di contrastare e prevenire i tumori intestinali. Ma come è possibile? Il potenziale curati...
Effetti dell’olio extra vergine sulle malattie cardiovascolari L'alimentazione ricca di grassi animali aumenta la quantità di colesterolo nel sangue che costituisce uno dei principali fattori di rischio nelle mala...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *