acido oleico olio extra vergine di oliva

Proprietà dell’olio d’oliva e dell’acido oleico

L’attenzione per l’alimentazione si è particolarmente diffusa da quando si è verificato che obesità, aterosclerosi, ipertensione, diabete, difficoltà digestive tra le più diffuse malattie da civilizzazione delle società industrializzate sono causate anche da diete poco corrette.

Le principali proprietà dell’olio d’oliva e dell’acido oleico possono essere così sintetizzate:

  • effetto protettivo nell’epatite e nelle malattie delle vie biliari in quanto aumenta la secrezione di bile, l’apporto di vitamina A, D e E, l’assorbimento delle altre vitamine;
  • effetto colecistocinetico;
  • facilitazione dell’assorbimento del calcio da parte dell’intestino;
  • stimolazione dell’attività pancreatica;
  • miglioramento di ulcera e gastrite legato alla ridotta ipersecrezione acida ed all’ipermotilità;
  • ruolo limitante i danni provocati dall’accesso di acidi grassi saturi e di acidi grassi polinsaturi, in quanto aumenta la quantità di colesterolo HDL, e riduce la percentuale di colesterolo totale LDL, i rischi di occlusione delle arterie, la pressione arteriosa, il tasso di zucchero nel sangue;
  • previene o limita l’infarto del miocardio, alcune forme di tumore, gli effetti dell’invecchiamento cellulare, la gastrite, l’ulcera gastrica, l’osteoporosi;
  • migliore resistenza all’ossidazione a temperatura ambiente;
  • ha effetti antiossidanti per la presenza di antiradicali liberi, diuretici, lassativi, febbrifughi, disinfiammanti dello stomaco;
  • migliore resistenza alle alte e durature temperature raggiunte durante la cottura e la frittura.

Sono state così riscoperte le abitudini alimentari dei paesi del Mediterraneo, tra le più sane del mondo: pane, pasta, legumi, frutta secca, pesce, latte e latticini e olio d’oliva come grasso da condimento. L’olio extra vergine d’oliva non è solo il grasso più digeribile, ma ha pure straordinari valori nutrizionali: basti pensare che possiede una composizione biochimica simile a quella del latte materno.ù

Articolo tratto da Analisi sensoriali “come riconoscere le qualità degli oli extravergine di oliva”

Vuoi sentire il profumo dell'olio fresco appena franto?

Confezionato in frantoio per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.
Olio Cristofaro: presente nella guida internazionale FLOS OLEI 2018. Classificato come uno dei migliori extravergine nel mondo

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Olio extra vergine di oliva italiano: ecco come verificare la sua origine L'Olio Extra Vergine d'Oliva è indubbiamente uno degli alimenti più pregiati ed amati della tradizione italiana, nonché uno degli ingredienti più util...
I pregi, i difetti e le alterazioni dell’olio extravergine d’oliva La qualità dell'olio d'oliva è condizionata dall'insieme dei parametri che caratterizzano difetti e alterazioni. Le sue caratteristiche organolettiche...
Olio Extravergine Certificato 100% Italiano: come riconoscerlo? Oggigiorno sul mercato è possibile trovare differenti marche di olio, molte dalla provenienza incerta. Come è possibile verificare che un olio sia cer...
Qual è il grado di acidità dell’olio pugliese? Proprio per la sua grande richiesta nazionale ed internazionale, oltre che per la sua indiscutibile bontà al palato, l'olio pugliese viene considerato...
L’olio extra vergine 100% italiano Il consumatore italiano è esigente, alla ricerca del prodotto 100% Made in Italy. Ma come è possibile rilanciare la vendita del nostro oro verde? ...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *