Aglio sott’olio: ecco la vera ricetta pugliese!

Ricetta pugliese aglio sott'olio pugliese
Mangia sano. Prenota l'olio nuovo 2018 in frantoio

PRENOTA ORA

Nessun pagamento anticipato, prezzo bloccato e spedizione GRATIS!
Olio Pugliese confezionato in frantoio. Per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.

L’aglio sott’olio è una ricetta molto semplice da preparare ed è particolarmente utile per condire vari piatti e rendere stuzzicante il momento dell’aperitivo. Vediamo la ricetta per prepararlo.


In questo video, offerto da Cucina italiana di casa, ti mostriamo come preparare gli aglietti, una ricetta veramente facile e gustosa per conservare e insaporire l’aglio.

Come preparare l’aglio sott’olio

È possibile preparare l’aglio sott’olio in breve tempo e non occorrono particolari ingredienti.

Ingredienti

Per la preparazione di questa prelibatezza è necessario avere a disposizione:

ed infine dei vasetti ben sterilizzati.

Preparazione

Prendere le teste d’aglio e rimuovere il gambo, dopodiché eliminare la buccia esterna fino a quando non restano gli spicchi, assicurandosi di aver tolto completamente ogni residuo di buccia. A questo punto dividere gli spicchi e metterli a bagno in un recipiente contenente acqua e sale per circa 30 minuti.

All’interno di una padella versare dell’aceto bianco, unire un pizzico di sale e portare a bollore, quindi aggiungere gli spicchi d’aglio e cuocerli per pochi minuti. Una volta che salgono a galla rimuoverli dalla padella, scolarli e disporli su di un panno pulito in modo che si asciughino.

Una volta asciutti è possibile metterli all’interno dei vasetti sterilizzati, avendo cura di aggiungere il peperoncino tritato ed il prezzemolo per ogni strato d’aglio. Infine, per completare il tutto aggiungere le foglie di alloro e versare in medesime quantità l’olio di oliva e di semi con un po’ di grano di pepe, assicurandosi che gli agli siano totalmente ricoperti.

A seconda dei propri gusti è possibile personalizzare la ricetta aggiungendo o eliminando le spezie, ad esempio utilizzando il peperoncino in sostituzione del pepe in grani oppure la salvia o il rosmarino come alternativa all’alloro. A questo punto la ricetta aglio sott’olio è finalmente pronta, prima di consumare il prodotto è necessario lasciarlo a riposo per circa due settimane.

Come conservare l’aglio sott’olio

Una volta terminata la preparazione dell’aglio marinato sott’olio è molto importante procedere con una corretta conservazione, al fine di preservare al meglio tutte le straordinarie proprietà di questo appetitoso alimento. Per avere sempre a disposizione questa conserva genuina non resta che comprendere come conservare l’aglio fresco sott’olio ed utilizzarlo per arricchire varie pietanze oppure consumarlo durante uno sfizioso aperitivo. L’aglio marinato deve essere conservato per 3 mesi, purché i procedimenti del sottovuoto siano stati eseguiti correttamente.

Per la giusta conservazione di questo prodotto è fondamentale che i vasetti siano riposti in un luogo fresco e asciutto, assicurandosi che non vi sia la presenza di umidità o di fonti di luce e calore.

I benefici dell’aglio sott’olio

L’aglio sott’olio è una vera e propria degustazione da assaporare anche durante il momento dell’aperitivo. In genere a questa conserva viene associato un sapore molto forte, ma al contrario di ciò che si pensa l’aglio, una volta conservato, assume un sapore molto leggero ed è in grado di favorire il processo digestivo. Per questo motivo si rivela il prodotto ideale per tutti coloro che hanno problemi di digestione o di alito. Per quanto riguarda i benefici dell’aglio sott’olio, questa pietanza è considerata un vero e proprio elisir di giovinezza, poiché cela tantissime proprietà benefiche per la salute dell’organismo.

L’aglio è un alimento che veniva molto usato in antichità poiché è caratterizzato da importanti virtù medicinali in grado di garantire degli effetti terapeutici. Il consumo di aglio sott’olio permette inoltre di beneficiare delle sue proprietà depurative e diuretiche, in quanto è considerato un vero e proprio antibiotico naturale, ricco di vitamina C e sali minerali come potassio, zolfo, silicio e selenio.
Questo alimento stimola anche il sistema immunitario, rinforza le ossa ed apporta importanti benefici per la pelle, oltre che garantire delle potenti virtù per l’apparato cardiovascolare fino a rivelarsi un perfetto alleato per le donne affette da cellulite e ritenzione idrica.

E tu hai mai provato questa prelibatezza salutare?

A cura della redazione di Olio Cristofaro

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla newsletters

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Come preparare gli olii aromatici con olio extra vergine Presente sul mercato in tempi recenti, pur avendo una nascita storica e rappresentando ancora una nicchia di prodotto, costituisce una proposta tecnic...
Una raccolta di 25 ricette a base di olive: ingredienti e preparazione Sapevi che con le olive è possibile preparare pietanze prelibate? Ecco una raccolta completa di suggerimenti su come preparare piatti squisiti con l'i...
Olio Evo nella dieta Vegana: come e quanto assumerne! Tutti ci siamo sempre chiesti di cosa è composta la dieta di un vegano. Cosa scartare o cosa mantenere in un semplicissimo piatto di pasta, di insalat...
Ricette per conservare le verdure sott’olio: ecco 4 prelibatezze pugliesi! La Puglia è da sempre, terra di grandi vini e di grandi oli. L’ingrediente principale per conservare le verdure sott’olio, secondo la tradizione della...
Olio Evo a colazione? Una piccola dose di energia! Sulle insalate e su tutte le verdure, sulla pasta condita a crudo, sul pane tostato o sua una semplicissima bruschetta, per gustarlo insieme ad amici ...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *