L’olio d’oliva: utile alleato contro la stitichezza

L'olio d'oliva: utile alleato contro la stitichezza
Mangia sano. Prenota l'olio nuovo 2018 in frantoio

PRENOTA ORA

Nessun pagamento anticipato, prezzo bloccato e spedizione GRATIS!
Olio Pugliese confezionato in frantoio. Per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.

I segreti dell’olio di oliva non finiscono mai, oltre ad essere un gustoso condimento da utilizzare a crudo su verdure, legumi, carne e pesce, può essere utilizzato per la frittura in quanto regge altissime temperature, ma soprattutto aiuta a risolvere tanti piccoli problemi quotidiani, infatti, bere olio di oliva è lassativo.

L’olio d’oliva utile per la stitichezza

La vita moderna, spesso stressante, caratterizzata da cattiva alimentazione con eccesso di grassi di origine animale, fretta nel consumare i pasti che di conseguenza non vengono masticati bene, porta spesso ad avere problemi di costipazione. Soffrire in modo frequente di stitichezza comporta ulteriori problemi a carico dell’intestino, ecco perché è necessario porvi rimedio e bere olio di oliva come lassativo è un vecchio trucco della nonna che permette di risolvere il problema in modo del tutto naturale.

Per prevenire la stitichezza è necessario bere molta acqua, mangiare frutta e verdura, fare regolare attività fisica, ma se questo non dovesse bastare e dovessero insorgere problemi di stitichezza, per risolvere in breve tempo il problema è necessario bere un cucchiaio di olio di oliva al mattino a stomaco vuoto.

Nel caso in cui si volesse migliorare il sapore è possibile anche aggiungere qualche goccia di succo di limone, che permette di avere anche l’apporto di vitamina C, ma soprattutto stimola l’apparato digerente, grazie alla presenza di acido citrico, aiuta ad eliminare le tossine dal colon e contribuisce a sciogliere i calcoli renali. L’olio di oliva, con o senza aggiunta di limone, può essere usato anche nel caso in cui ad essere colpiti da stitichezza siano i più piccoli.

L’azione emoliente dell’olio evo

L’olio di oliva a livello intestinale ha benefici effetti in quanto ha azione emolliente sul materiale fecale, stimola la secrezione della colecistochinina e promuove la peristalsi nell’intestino tenue.

Un argomento di grande impatto è la stipsi. Innanzitutto non si tratta di malattia ma semplicemente di un sintomo. Si ha stipsi quando vi sono meno di 2 evacuazioni a settimana, sono presenti feci dure o caprine, si ha la sensazione di evacuazione incompleta e/o con notevole sforzo evacuativo.

La stitichezza può essere primitiva o idiopatica oppure secondaria alla presenza di varie patologie. Strettamente associati alla stipsi, spesso conseguenti ad essa, sono i diverticoli del colon. Si tratta di protrusioni od erniazioni della mucosa del colon attraverso lo strato muscolare, formando un sacco in cui possono ristagnare feci, si possono creare punti di minore resistenza con conseguente infiammazione, emorragia, perforazione. Fattore importante nella patogenesi dei diverticoli e nella insorgenza di complicazioni è l’aumento della pressione addominale. È una patologia che aumenta in frequenza con l’età. È più frequente nei paesi industrializzati, specie nei centri urbani. Grande responsabilità nelle cause della stipsi e dei diverticoli risiede nella vita sedentaria e nella alimentazione incongrua, caratterizzata soprattutto da scarso contenuto in fibre.

Le fibre infatti:

  • richiamano acqua nel lume intestinale
  • fermentando, stimolano la crescita microbica
  • intrappolano piccole quantità di gas
  • aumentano la massa fecale accelerando il transito intestinale e riducendo la disidratazione del materiale contenuto nel colon.

È opportuno per la prevenzione della stipsi attuare le seguenti raccomandazioni:

  • seguire una dieta equilibrata e ricca in fibre; bere oltre 1,5 litri di acqua non gasata al giorno
  • aggiungere eventualmente un supplemento di fibre mediante assunzione di compresse di crusca almeno per 10-15 giorni al mese
  • cercare di evacuare sempre alla stessa ora
  • evitare purganti, perchè a lungo andare danneggiano la mucosa del colon
  • fare attività fisica.

L’olio di oliva a livello intestinale ha benefici effetti in quanto ha azione emolliente sul materiale fecale, stimola la secrezione della colecistochinina e promuove la peristalsi nell’intestino tenue.

Olio di oliva contro la stitichezza dei bambini e delle donne in gravidanza

L’olio di oliva, di eccellente qualità, possibilmente proveniente da agricoltura biologica, è uno dei migliori alleati per la salute dell’organismo umano al punto che viene definito oro liquido. Ciò perché depura l’intestino, aiuta a sciogliere i calcoli renali e biliari e migliora la funzionalità epatica. Per avere tutti i benefici dell’olio di oliva è bene scegliere un prodotto che arriva da molitura a freddo, processo che porta ad una minore estrazione di olio dai frutti, ma permette di avere un prodotto di qualità superiore.

Tra le virtù terapeutiche dell’olio di oliva vi è quella lassativa, aiuta quindi a sconfiggere la stitichezza, in particolare nei bambini e in gravidanza. Entrambe queste fasi della vita richiedono particolare attenzione e la limitazione dell’uso di farmaci, ecco perché è fortemente consigliato scegliere un rimedio naturale per la stitichezza.

In gravidanza ad aumentare la stitichezza incidono gli sbalzi ormonali, tra cui soprattutto il progesterone, inoltre diminuisce la peristalsi dell’intestino e negli ultimi mesi si aggiunge l’ingombro del pancione. La conseguenza una maggiore difficoltà a defecare che può essere superata bevendo olio di oliva.

Bere l’olio di oliva per la stitichezza nel tempo porta numerosi vantaggi e non ha controindicazioni. A differenza dei confetti lassativi che irritano le mucose intestinali e rinforzano la pigrizia intestinale che nel tempo possono portare alla perdita di sali minerali.

L’Olio Evo regolamenta il transito intestinale

L’olio di oliva è ricco:

Questo aiuta a mantenere un transito intestinale regolare e a prevenire la stitichezza.

Il consumo abituale di olio di oliva aiuta ad ammorbidire le feci dure. Così che le evacuazioni non saranno difficili e non produrranno dolore o altre condizioni come le emorroidi. Questo grazie a che quando si usa olio di oliva si impulsano le contrazioni muscolari nell’intestino, che a sua volta facilita il flusso della bile.

È anche un prodotto che favorisce il rilassamento dell’intestino ed evita la sua infiammazione ed irritazione. In questo modo, si permette che le feci si muovano con maggior facilità e si allevi il malessere addominale associato alla stitichezza.

Ottimi rimedi con l’Olio di Oliva per eliminare la stitichezza

L’olio di oliva agisce come un leggero lassativo naturale efficace in caso di stitichezza lieve. Oltre ad includerlo nella dieta quotidiana per approfittare tutte le sue proprietà, si può utilizzare anche come rimedio naturale per trattare il transito intestinale lento e favorire l’evacuazione delle feci.

L’olio di Oliva infatti ha la capacità di migliorare la digestione e regolare il transito intestinale. La stitichezza è un’affezione che può essere provocata da molti fattori come cattive abitudini alimentari, disidratazione, vita sedentaria, gravidanza, stress eccessivo. Può portare a soffrire sintomi molesti ed evacuazione di feci difficile e dolorosa.

Esistono vari modi di usare olio di oliva per la stitichezza. Vediamone alcuni.

Olio Evo e succo di limone

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di Olio Evo
  • succo di limone

Trattamento

  1. Aggiungere delle gocce di limone appena spremuto in un cucchiaio di olio di oliva e berlo al mattino a digiuno o prima di andare a dormire.
  2. Nel caso che si decida di prenderlo la sera, è indicato berlo molto prima di andare a letto, prima di cena, perché non intralci il tuo riposo notturno. Puoi realizzare questo trattamento durante qualche giorno finché la stitichezza scemi.
  3. Per potenziare il suo effetto, è conveniente che dopo aver bevuto questo rimedio, durante il pranzo o la cena ingeriamo cibi ricchi in fibra che stimolino i movimenti degli intestini e facilitino le deposizioni. Nel seguente articolo ti aiutiamo a scoprire quali sono i migliori alimenti per combattere la stitichezza.

Olio Evo e succo di arancia

Si possono anche fondere le proprietà dell’olio con quelle di un frutto come l’arancia. Questa è molto ricca in fibra. Oltre a regolare il transito intestinale aiuta a disgregare tutti i residui accumulati, migliora la digestione e favorisce l’eliminazione di liquidi. Per questo, un efficace rimedio naturale per alleviare la stitichezza è prendere questo succo d’arancia con olio di oliva

Ingredienti

  • 4 arance
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Trattamento

  1. Spremere le arance per ottenere un succo naturale e poi aggiungere un cucchiaio di olio di oliva.
  2. Per migliori effetti, prendi questo succo al mattino a digiuno per una settimana, e vedrai il sollievo molto più rapidamente.

Massaggio con l’Olio Evo

Un altro modo di usare olio di oliva per la stitichezza in neonati e bambini è utilizzandolo tramite un massaggio addominale. I massaggi in questa zona del corpo possono aiutare a stimolare i movimenti intestinale. Facilitano l’espulsione delle feci mentre si alleviano i dolori provocati da questa condizione.

Versa qualche goccia di olio di oliva in mano, strofina e poi massaggia la zona addominale con movimenti circolari leggeri in senso orario.
È importante che questi massaggi si facciano 3 ore dopo aver mangiato per non ostacolare il processo di digestione.

 

Hai mai pensato di risolvere i tuoi problemi di stitichezza con l’Olio Evo? Raccontacelo!

 

A cura di Anna Angeloro.
Appassionata di scrittura, laureata in lettere e beni culturali.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla newsletters

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Olio Extravergine di Oliva: elisir indispensabile in gravidanza! La gravidanza è un momento importantissimo per la vita di una donna, da vivere con amore, serenità e dolcezza. Periodo carico di intense emozioni, mom...
L’olio d’oliva: potente toccasana per le labbra screpolate Le labbra screpolate soprattutto d'inverno sono un vero e proprio problema. A causa del vento, delle temperature basse, sulla delicata pelle  delle la...
Olio Evo aromatizzato al rosmarino? Ecco qualche consiglio! L’olio al rosmarino è perfetto da aggiungere a un bagno caldo per rilassare i muscoli doloranti o per regalarti una dose di vitalità. Può anche essere...
Olio evo un buon rimedio contro l’Orticaria Hai mai sofferto di orticaria? Quella terribile sensazione che si prova ogni volta dopo aver toccato un'ortica o dopo esser entrati a contatto con qua...
Olio extra vergine di oliva e tumori Dagli studi epidemiologici è emerso chiaramente il ruolo della dieta mediterranea nella prevenzione dei tumori. In effetti nei Paesi Mediterranei (Por...
2 commenti
  1. Luigi
    Luigi dice:

    Bere un cucchiaio di olio extravergine contro la stitichezza porta ad assuefazione o è sempre efficace anche per tempi lunghi? Il fegato ne risente?

    Rispondi
    • oliocristofaro
      oliocristofaro dice:

      Un cucchiaino di olio con qualche goccia di limone a digiuno tutte le mattine o la sera prima di coricarsi, aiuta chi ha problemi di stipsi. Non si leggono controindicazioni.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *