Come deve essere un olio extra vergine d’oliva di Qualità?

olio extra vergine novello pugliese
Mangia sano. Degusta l'Olio Nuovo 2018 direttamente dal Frantoio

ACQUISTA ORA

Olio prodotto in Puglia da Spremitura a Freddo. 100% Italiano.
Confezionato in frantoio. Per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.

Per definire come dev’essere un olio extra vergine d’oliva di Qualità, dovremmo tener presenti diversi parametri caratteristici.

L’acidità, il numero dei perossidi, i polifenoli,  il Delta-K e i difetti o attributi sensoriali negativi sono caratteristiche che in forma ormai consolidata spiegano la genuinità di un olio, tanto da essere un riferimento legislativo.

Vediamo nel dettaglio:

  • Acidità – un buon olio non dovrebbe superare 0,4%, ma per legge può arrivare sino a 0,8%
  • Perossidi – I perossidi sono alterazioni di tipo ossidativo. Sono il segno della degradazione e dell’invecchiamento dell’olio. Il naturale innalzamento, con il passare del tempo, dei perossidi porta all’irrancidimento con formazione di prodotti che conferiscono sapori e odori sgradevoli, per questo motivo il valore dei perossidi al momento della messa in commercio dev’essere il più basso possibile. La legge ammette per l’olio extravergine d’oliva un valore massimo pari a 20.
  • Polifenoli – sono gli antiossidanti che prevengono i tumori, l’arteriosclerosi e altre malattie e ritardano l’invecchiamento. All’aumentare di questo valore aumentano, quindi, le qualità benefiche dell’olio e anche il periodo di conservazione dell’olio stesso, si perchè i polifenoli rallentano l’invecchiamento sia dell’olio stesso che di chi lo assume. All’invecchiamento dell’olio, dimunuiscono i polifenoli.
  • Delta K – rappresenta il parametro identificativo di miscele anomale con l’olio. Deve essere inferiore a 0,01.
Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla newsletters

Altri articoli che ti potrebbero interessare

I pregi, i difetti e le alterazioni dell’olio extravergine d’oliva La qualità dell'olio d'oliva è condizionata dall'insieme dei parametri che caratterizzano difetti e alterazioni. Le sue caratteristiche organolettiche...
Vendere Olio Extra Vergine d’oliva? Bisogna saper trasmettere fiducia! Siamo invasi da continue frodi online e offline. Per chi produce e vende Olio Extra Vergine d'Oliva comincia a essere un mestiere davvero difficile. M...
Come si fa l’olio extravergine di oliva? Ecco l’intero processo produttivo L'olio ExtraVergine di Oliva viene definito un prodotto naturale perchè ottenuto dalla semplice spremitura di un frutto fresco: l'oliva.Ecco un vi...
Olio Extravergine Certificato 100% Italiano: come riconoscerlo? Oggi sul mercato è possibile trovare differenti marche di olio, molte dalla provenienza incerta. Come è possibile verificare che un olio sia certifica...
Tecnica di assaggio dell’olio di oliva: dall’esame olfattivo a quello gustativ... La degustazione dell'olio è una vera arte e come tale non può essere improvvisata. Ecco 2 semplici esami da eseguire per assaggiare e valutare la qual...
1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *