Vuoi preparare e conservare le olive schiacciate?

Come preparare e conservare olive schiacciate

Le olive schiacciate sono una vera prelibatezza, facilissime da realizzare e da gustare ogni volta che vuoi grazie alla lunga conservazione.
Scopri come realizzarle e come conservarle al meglio!

Olive schiacciate: la storia

Le olive schiacciate sono una ricetta antichissima tipica dei paesi mediterranei, nata quando d’autunno si raccoglievano olive verdi e si conservavano per l’inverno.

Le ricette per conservare le olive sono davvero tante se si considerano tutte le personalizzazioni possibili: dall’aggiunta di spezie e altri ingredienti fino ai metodi di conservazione. Tra le ricette più antiche però ci sono proprio loro: le olive schiacciate, che prendono i nomi più diversi a seconda della zona di produzione.
Il procedimento tradizionale prevede che le olive raccolte vengono poi selezionate e schiacciate con un martello di legno senza eliminare il nocciolo. Vengono poi trasferite in grosse damigiane dalla bocca ampia o contenitori in terracotta e messe in salamoia, un liquido ottenuto dalla miscela di acqua e sale, per diversi mesi, fino a quando non saranno diventate dolci.

Olive schiacciate sott’olio

Si, ma come si fanno le olive schiacciate a casa? E come si conservano? Ecco tutto quello che devi sapere!

Ingredienti: 

  • 1 kg di olive verdi crude
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • origano secco
  • peperoncino (facoltativo)
  • 1 spicchio di aglio

Procedimento: 

  • Lava le olive e lasciale asciugare
  • Prendi una manciata di olive e schiacciale con un batticarne evitando di sbriciolare la polpa e avendo cura di mantenere il nocciolo intatto.
  • Elimina quindi il nocciolo e sciacqua la polpa sotto acqua corrente.
  • Versa ora le olive in un recipiente di vetro e lasciale in ammollo in acqua per 24 ore.
    Utilizza un peso cosicché le olive non galleggino e rimangano immerse, puoi usare un semplice piatto.
  • Cambia l’acqua alle olive per tre vote al giorno per 8 giorni.
  • Trascorsi gli 8 giorni scola la polpa di olive e asciugale con un canovaccio.

Ora hai due scelte: puoi decidere di mettere le olive in frigo aggiungendo origano olio a discrezione e conservarle per alcuni giorni oppure mettere le olive schiacciate sott’olio per una conservazione più lunga.

Per le olive schiacciate sott’olio sarà sufficiente:

  • Trasferire la polpa in un contenitore di vetro e aggiungere la salamoia. Per 1 kg di olive schiacciate utilizza 80 g di sale e 1 litro di acqua.
    Nel caso invece avessi una quantità inferiore di olive per esempio 500 g (mezzo kg) di olive, serviranno mezzo litro di acqua e 40 g di sale
  • Lasciare riposare per 7 giorni le olive schiacciate in salamoia
  • Scolare le olive trascorsi i 7 giorni
  • Inserirle in barattoli di vetro e coprirle con abbondante olio extravergine di oliva
    Le olive schiacciate sott’olio sono squisite se condite con peperoncino rosso piccante tagliato a pezzetti, un po’ di origano, aglio sminuzzato e 42 gr di sale per kg di olive schiacciate.

Conservazione delle olive schiacciate

Conserva le olive schiacciate sott’olio in un luogo scuro e fresco.
Ricordati che potrai consumare le olive dopo almeno un mese dalla chiusura dei barattoli, per questa ragione ti consigliamo di scrivere la data di preparazione sopra un’etichetta che potrai personalizzare scrivendo anche gli ingredienti usati per aromatizzare le tue olive.

E tu come ami preparare le olive schiacciate?
Raccontaci la storia della tua ricetta!

A cura di Dajana Mangherini, laureata in scienze della mediazione linguistica per il marketing, la pubblicità e le relazioni pubbliche.

Vuoi sentire il profumo dell'olio fresco appena franto?

Per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.
Olio Cristofaro: presente nella guida internazionale FLOS OLEI 2018. Classificato come uno dei migliori extravergine nel mondo

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Come preparare gli olii aromatici con olio extra vergine Presente sul mercato in tempi recenti, pur avendo una nascita storica e rappresentando ancora una nicchia di prodotto, costituisce una proposta tecnic...
Cosa è il punto di fumo dell’olio? Il punto di fumo indica il grado di temperatura in cui il grasso contenuto negli alimenti inizia a decomporsi. Per questo motivo è importante capire c...
Come preparare i Waffles con olio di oliva Soffici cialde dall’inconfondibile forma a nido d’ape, per accogliere, in un ghiotto abbraccio, ogni condimento: dallo zucchero a velo alla panna, dal...
Ricetta della maionese all’olio di oliva La maionese è una salsa molto versatile e può essere utilizzata per arricchire e insaporire qualsiasi piatto, dal pesce, crostacei, agli antipasti, co...
Come preparare e conservare le olive sott’olio Le olive sott'olio, siano esse verdi o nere, sono una vera e propria squisitezza perfetta da gustare come aperitivo o come contorno. Vediamo come prep...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.