come possiamo riutilizzare l'olio di oliva scaduto

Un buon olio d’oliva, di provenienza artigianale, può considerarsi vecchio ma non dannoso per la salute! Del resto l’olio come qualsiasi altro alimento, ci avverte della propria decomposizione attraverso il sapore e l’odore! Potremo liberarcene solo quando raggiungerà un sapore più acidulo, quasi metallico se non addirittura con note decise di muffa! Vediamo come è possibile riutilizzare l’olio di oliva scaduto.

Sai già quali caratteristiche deve avere un buon olio extravergine?

Ricevi subito in REGALO un E-BOOK di 35 PAGINE, un vero vademecum con consigli pratici per riconoscere alcune caratteristiche importanti dell’olio EVO e scegliere il migliore.

La regola delle 3 C

Per evitare il deterioramento anticipato dell‘olio d‘oliva e, per godere appieno di tutte le sue caratteristiche organolettiche e salutari, bastano tre sane regole racchiuse in una sola.

La regola delle tre C:

  • C come contenitori: l’olio d’oliva va sempre tenuto in bottiglie di vetro scure, in contenitori di alluminio a banda stagnata, o di acciaio inox, i quali, sono i più adatti, in quanto, l ‘olio è protetto dalla luce che, catalizza l’ossidazione molto rapidamente.
  • C come conservazione: la sua conservazione deve avvenire in ambienti a temperatura costante (+15/18 gradi) e, al buio.
  • C come consumazione: l’olio extra vergine d’oliva va consumato quasi fresco e comunque non oltre i 18/24 mesi dalla produzione. Se di qualità incerta, è meglio consumarlo rispettandone la data di scadenza.

Si può dare, allora, vita nuova ad un olio vecchio?

Certo che si! Probabilmente la maggioranza dei lettori di questo blog non ne avrà mai sentito parlare, altri l’avranno dimenticato e altri ancora ne staranno sorridendo! Ma, ricordi quando, l’eco di una voce lungo i vicoli e le stradine del paese invitava a barattare la morchia dell’olio d’oliva con pezzi di sapone pazientemente preparati in casa?

Come riciclare l’olio vecchio

L’idea di riciclare l’olio d’oliva vecchio, per realizzare un sapone fai da te, non ha età! Senza contare che puoi utilizzarlo in casa anche in modi alternativi! Ecco dunque alcuni suggerimenti.

  1. Lucidante per mobili
    Aggiungi un cucchiaio di olio d’oliva a un quarto di tazza di limone e otterrai un’ottima miscela per pulire e ridare lucentezza ai tuoi mobili.
  2. Lucido da scarpe
    Se ami calzare scarpe in pelle sempre lucide e morbide, prendi un panno, qualche goccia d’olio e il gioco è fatto.
  3. Lubrificante per cerniere
    Pulisci accuratamente le cerniere con un batuffolo di cotone ben intriso d’olio e il fastidioso cigolìo sparirà.
  4. Carburante per lampade
    Prova a divertirti costruendone una, da solo! Procurati una bottiglietta di vetro e riempila d’olio. Sul tappo, pratica un forellino, inserisci lo stoppino, ben fermo, e lascia che sia immerso completamente dall’olio.
  5. Per rimuovere adesivi
    Tampona con alcune gocce d’olio la parte da rimuovere,lascia agire per qualche minuto e l’adesivo verrà via.
  6. Per rimuovere le gomme da masticare
    Applica dell’olio d’oliva sulla gomma da masticare, lascia agire per 5/10 minuti e poi potrai toglierla senza alcun problema.
  7. Togliere la vernice
    Hai residui di vernice sulle mani? Nessun problema! Strofinale con una soluzione di olio d’oliva e un po’ di sale o zucchero, la vernice andrà via lasciandoti le mani, idratate e morbide.

L’olio d’oliva, quindi, non solo Re della cucina Mediterranea, impareggiabile elisir di bellezza ma, ancora, fedele alleato nella vita di tutti i giorni!

E tu hai mai riutilizzato l’olio di oliva scaduto?
Raccontaci la tua esperienza!

A cura di Anna Patella,
laureata in Sociologia della comunicazione.

8 commenti
  1. Giovanni
    Giovanni dice:

    Salve, mia moglie ha utilizzato dell’olio aromatizzato in bottiglietta artigianale per fare il ragù,
    lo abbiamo mangiato ma aveva un sapore acido, ho poi controllato la bottiglietta ed era scaduto
    da 8 anni, possiamo avere problemi di intossicatione? Grazie

    Rispondi
    • oliocristofaro
      oliocristofaro dice:

      Ciao Giovanni, di olio scaduto non si muore. Sicuramente un olio scaduto da 8 anni non va ad impreziosire un piatto ma lo rende pessimo. Un saluto!

      Rispondi
  2. saura
    saura dice:

    mi è stato portato dell’olio di oliva “artigianale in bottiglia di vetro (grande) ne ho travasato una parte in bottiglia di vetro più piccola, per uso facilitato, l’olio è buono, il fatto che è un prodotto artigianale privo di conservanti per quanto tempo può considerasi commestibile? lo uso crudo come condimento degli spaghetti, grazie se vorrete rispondermi.

    Rispondi
  3. Massimo Minerva
    Massimo Minerva dice:

    Ho assaggiato un olio extra vergine di oliva dimenticato nel ripostiglio
    fresco al buio in bottiglia di vetro sigillato Dopo 8 anni ripeto dopo 8
    anni . Il sapore non acido leggerissimo il gusto BUONISSIMO potrebbe fare male dopo 8 anni di conservazione ?
    attendo risposta dagli specialisti
    grazie

    Rispondi
    • oliocristofaro
      oliocristofaro dice:

      Ciao Massimo, anche se ben conservato un olio potrebbe rimanere “accettabile” solo superando di alcuni mesi la sua naturale scadenza. Nel tempo tende a perdere (inevitabilemnte) le sue proprietà. 8 anni sinceramente mi sembrano davvero tanti!

      Rispondi
    • Anna Patella
      Anna Patella dice:

      Grazie a te Chiara per la scelta. Chiarezza, immediatezza e semplicità le parole chiave di stesura dei nostri articoli. Ti auguro una buona lettura.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *