effeti benefici sulla salute olio extra vergine

Le virtù salutistiche dell’olio extra vergine? Questione di “fenoli”

Sebbene l’olio extra vergine d’oliva non sia un farmaco, è pur vero che sono numerose le sue virtù salutistiche, legate anche alla concentrazione di fenoli biologicamente attivi.

Vuoi sentire il profumo dell'olio fresco appena franto? Lo riceverai 24-48 ore dopo la spremitura in frantoio. Introvabile!

Olio extravergine di oliva: le caratteristiche

Molte sono le proprietà riconosciute all’olio extravergine di oliva, le quali attualmente sono in grado di migliorare di molto lo stato di benessere di chi lo assume. Questo grazie alla ricchezza di molecole presenti nella sua composizione, di cui una categoria tra le più importanti è rappresentata dai polifenoli come tocoferoli e biofenoli. Essi infatti, sono composti aromatici, antiossidanti, che agiscono sul gusto e sulla sua conservabilità. La loro presenza è fondamentale per indicare un olio di alta qualità, ecco spiegato il perché bisogna preferire confezioni che ne siano ricche. Il ruolo di questi antiossidanti è quello di ritardare l’ossidazione degli acidi grassi e il conseguente irrancidimento dell’olio.

É sempre grazie a questi elementi che esso riesce a conservare un sapore leggermente piccante e un aroma fruttato. Questi composti si dividono in quelli di natura idrofoba e quelli idrofili. Le singole concentrazioni dipendono dalla lavorazione che subisce l’olio: la fase di molitura fornisce un olio ricco sostanze fenoliche; la gramolazione fa diminuire i loro livelli e anche l’acqua aggiunta, in un secondo momento, nella pasta va a modificare tali concentrazioni.

Oli particolarmente ricchi di composti fenolici tendono a garantire un’attività antinfiammatoria, antiallergica, antibatterica e antivirale e hanno un ruolo attivo nella prevenzione delle malattie degenerative. Appare chiaro come il consumo quotidiano di olio extravergine di oliva contenente un’alta concentrazione di fenoli, aiuta a migliorare il benessere psicofisico, nonostante non esista, al momento, una legislatura chiara che informi circa la quantità minima di fenoli che dovrebbero essere presenti. Inoltre, non sono solo i fenoli a donare benessere all’organismo ma anche le altre componenti di cui l’olio è ricco, come per esempio la vitamina E e la K; l’alta concentrazione di lipidi, i minerali come potassio, sodio e ferro, la categoria degli acidi (cumarico, caffeico, palmitico, ecc.), i caroteni e le clorofille, i quali contribuiscono a fissarne il colore. In base a questi risultati, tale tipo di olio viene anche fatto rientrare nella categoria dei nutraceutici, grazie agli effetti sistemici che si hanno sulla pressione arteriosa, contro il colesterolo o per la sua azione di prevenzione nella comparsa di proliferazioni tumorali.

Nuove funzioni per l’olio extravergine d’oliva

Oltre ai fenoli, altri composti presenti e ugualmente importanti sono rappresentati dall’acido oleico, il quale favorisce la digestione gastrica perché agisce migliorando le contrazioni della cistifellea e provocando la liberazione degli acidi biliari. Ultimamente, inoltre, sono stati scoperti ulteriori effetti: pur non potendo essere considerato alla stregua di un farmaco, tale olio è stato comunque riconosciuto per il suo ruolo benefico nel trattamento di alcune specifiche patologie.

Recenti studi, infatti, hanno dimostrato la sua efficacia nei casi di malattie come il diabete e di tutte le patologie su base lipidica. L’effetto riscontrato è dovuto alla particolare composizione dell’olio, che appare ricco di sostanze che aumentano la concentrazione di alcuni ormoni, chiamati incretine, i quali sono responsabili della diminuzione dei livelli di glucosio nel sangue. Viene dimostrata, quindi, ancora una volta la sua importanza, spiegando così il ruolo di primo piano avuto nel modello, universalmente riconosciuto, di dieta mediterranea, proposto dal biologo Ancel Keys.

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Olio extra vergine di oliva e tumori Dagli studi epidemiologici è emerso chiaramente il ruolo della dieta mediterranea nella prevenzione dei tumori. In effetti nei Paesi Mediterranei (Por...
Perchè bere olio extra vergine di oliva? Si ritiene che il consumo dell'olio di oliva debba diventare una sana abitudine di tutti, piccoli e grandi. Esperti alimentaristi, dietologi, cardiolo...
L’olio di oliva contro la psoriasi Tra le numerose proprietà che caratterizzano l'olio di oliva e che lo rendono un prodotto in grado di apportare notevoli benefici alla salute dell'org...
Olio d’oliva: un rimedio naturale per problemi allo stomaco Secondo alcuni studi, l'olio d'oliva, per il suo alto contenuto di acido oleico, sembra essere l'olio meglio tollerato dallo stomaco. Vediamo quali ...
Quante calorie possiede l’olio extravergine d’oliva? L'olio è l'alimento più utilizzato in cucina da millenni, senza di esso sarebbe quasi impossibile gustare i cibi della nostra tavola. Ma quante calori...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *