Meglio l'olio di oliva o il burro in cucina?
Mangia Sano e Naturale. Olio Artigianale dal Frantoio.

ACQUISTA ORA

Olio Pugliese da Spremitura a Freddo. 100% Italiano. SPEDIZIONE GRATUITA!
Confezionato in frantoio. Per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.

Meglio l’olio o il burro? I pareri in merito sono tanti e spesso discordanti. Che sia per necessità dietetiche o semplicemente per una alimentazione corretta ed equilibrata ecco svelati per te i principali pro e contro dell’utilizzo di questi due alimenti e condimenti in cucina.

Olio extravergine e burro: esiste un vincitore? 

Olio d’oliva o burro? Ci troviamo di fronte ad un dilemma che attanaglia ormai da decenni nutrizionisti e dietologi di tutto il mondo. La giungla di internet, con le sue tante voci, non sembra poi essere d’aiuto: chi ascoltare? Esiste davvero un vincitore?

Se anche tu ti stai ponendo queste domande, non temere: oggi cercheremo di chiarirti un po’ le idee!

Simili ma diversi: il confronto

Primo fattore da considerare nel confronto tra questi due grassi è la loro origine: animale per il burro e vegetale per l’olio.
E’ importante sottolineare questa distinzione perché l’origine determina il diverso contenuto di colesterolo.

Grassi animali come il burro, ma anche lardo e strutto, contengono quantità piuttosto elevate di colesterolo, l’olio di oliva, invece, ne è completamente privo.

Un altro fattore è poi la diversa consistenza: grassi solidi come il burro contengono una maggiore quantità di acidi grassi saturi, detti “cattivi” proprio perché sono nocivi per la nostra salute. In particolare sono responsabili dell’innalzamento del colesterolo e dei trigliceridi nel sangue con il rischio di incorrere in malattie cardiovascolari.

Ancora una volta l’olio di oliva è quasi totalmente privo di acidi grassi saturi.

Questi sono i principali motivi per cui medici e nutrizionisti consigliano di utilizzare olio d’oliva al posto del burro, senza considerare poi altri numerosi benefici dell’olio di oliva come:

  • Prevenzione delle malattie cardiovascolari, contrastando l’accumulo del colesterolo LDL (cattivo) a favore del colesterolo HDL (buono)
  • Equilibrio tra grassi insaturi e polinsaturi
  • Prevenzione della comparsa di radicali liberi, e della comparsa di alcune cellule tumorali
  • Prevenzione dell’invecchiamento cellulare grazie alla vitamina E che funge da antiossidante

Di seguito ecco elencati i valori nutrizionali principali dell’olio extravergine d’oliva e del burro per 100g di prodotto.

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA

  • Energia: 899 kcal / 3762 kJ
  • Proteine: 0
  • Grassi: 99,9 g
  • Monoinsaturi totali: 72.95%
  • Polinsaturi totali: 7.52%
  • Saturi totali: 14.46%
  • Colesterolo: 0
  • Vitamina A: 36 µg-
  • Vitamina E: 22.4 µg

BURRO

  • Energia: 758 kcal / 3171 kJ
  • Proteine: 0,8 g
  • Grassi: 83,4 g
  • Monoinsaturi totali:23.72%
  • Polinsaturi totali: 2.75%
  • Saturi totali: 48.78%
  • Colesterolo: 250 mg
  • Vitamina A: 930 µg
  • Vitamina E: 2.4 µg

Ed inoltre:

  • Sodio: 7mg
  • Potassio: 15mg
  • Calcio: 25mg
  • Fosforo:16 mg

Burro sì o burro no? 

Eliminare il burro dalla dieta quindi? Assolutamente no. La strategia migliore è l’equilibrio, come in ogni buona dieta che si rispetti.

Tieni presente che il burro è pur sempre presente in moltissimi alimenti che assumi quotidianamente, soprattutto nei cibi confezionati e già pronti come biscotti e dolci.

Per questo si consiglia di integrare nella dieta l’olio di oliva e quando possibile sostituirlo al burro.

Olio e burro dovrebbero essere considerati ingredienti complementari: se è vero che il burro contiene acidi grassi saturi e colesterolo cattivo, è vero anche che contiene una buona quantità di grassi insaturi ed è meno calorico dell’olio.
Su 100 g di prodotto il burro si assesta sulle 758 kcal rispetto alle quasi 900 kcal dell’olio di oliva.

Ma a quanto olio corrisponde 1 kg di burro? 

Un parametro di massima da tenere presente per sostituire l’olio al burro è: 1kg di burro (100 gr) = 80 gr di olio.

Così se volessi sostituire:

  • 50 gr di burro dovresti usare  40 gr di olio
  • 80 gr di burro dovresti usare  64 gr di olio
  • 120 gr di burro dovresti usare  96 gr di olio
  • 150 gr di burro dovresti usare  120 gr di olio
  • 180 gr di burro dovresti usare  144 gr di olio
  • 200 gr di burro dovresti usare  160 gr di olio
  • 220 gr di burro dovresti usare  176 gr di olio
  • 250 gr di burro dovresti usare  200 gr di olio

E tu cosa preferisci usare in cucina?
Raccontaci come preferisci utilizzare olio e burro!

A cura di Dajana Mangherini, laureata in scienze della mediazione linguistica per il marketing, la pubblicità e le relazioni pubbliche.

Rimani aggiornato con i contenuti del nostro blog. Iscriviti alla Newsletter!

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Le cultivar pugliesi: tra mito e realtà L'abbondanza dei reperti e le testimonianze degli antichi ci parlano della storia millenaria dell'olio di oliva che si confonde tra realtà e leggenda,...
Olio Evo prima di bere Alcool? Può Aiutare! A tutti sarà capitato almeno una volta nella vita di esagerare con gli alcolici. La cosa peggiore avviene proprio il mattino dopo, quando la testa mar...
Olio nuovo o quello della spremitura dello scorso anno? L'olio extravergine di oliva è un vero e proprio toccasana per la nostra salute, ma per usufruire in pieno di tutte le sue qualità bisogna consumarlo ...
E’ possibile eliminare o ridurre l’acidità dell’olio di oliva? Acquistare un olio di scarsa qualità purtroppo non è così difficile, le fregature sono dietro l’angolo; non a caso l’olio extravergine è uno dei prodo...
Come scoprire la vera identità di un olio di oliva? Basta leggere qualche dato sull’... Un consumatore attento può scoprire non solo quando è stato imbottigliato l'olio, ma anche quando è stato prodotto, se è una miscela di oli di annate...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *