Nell’Olio Evo una sostanza contrasta il tumore all’intestino

Recenti studi hanno aggiunto, alla già conosciuta letteratura scientifica sui benefici dell’olio di oliva e sulle sue proprietà nutraceutiche, una nuova postilla che parla delle capacità eccezionali dell’Olio Evo in materia di tumori all’intestino e della loro prevenzione. Vediamo come!

Le diverse ricerche che ogni anno vengono svolte sulle proprietà dell’olio di oliva hanno largamente validato le sue proprietà protettive che lo differiscono da altri oli:

  • Effetti antinfiammatori
  • Prevenzione malattie cardiovascolari
  • Deficit cognitivi
  • Riduzione rischio diabete
  • Malattie del derma

Consumare quotidianamente Olio Extravergine di Oliva aiuta a prevenire e a combattere i tumori all’intestino. La scoperta è da attribuire al gruppo di ricerca condotto dal dottor Antonio Moschetta dell’università degli Studi di bari che, grazie ad uno studio sostenuto dall’AIRC, si è potuto appurare che l’Olio Evo è ricco di acido oleico che ha il compito di regolare la moltiplicazione cellulare.
Sono stati simulati geni alterati e stati di infiammazione intestinale che hanno dimostrato come la somministrazione di una dieta arricchita di acido oleico è in grado di garantire molteplici benefici alla salute.
Questi effetti moto positivi sono dovuti alla presenza dell’enzima SCD1 nell’epitelio intestinale che fa da regolatore della produzione di acido oleico nel nostro organismo.
I ricercatori hanno inattivato questo gene e hanno dimostrato che se nella dieta è del tutto assente l’acido oleico, si sviluppa nell’immediato una forte infiammazione e di conseguenza lo sviluppo di un tumore spontaneo nell’intestino.
se l’acido oleico viene aggiunto alla dieta, si ripristinano tutte le normali funzioni fisiologiche dell’intestino tanto da ridurne l’infiammazione e proteggere il nostro corpo dalla formazione di tumori intestinali.

Le proprietà benefiche dell’acido oleico incoronano l’Olio Extravergine di Oliva come principe della Dieta Mediterranea e di conseguenza della salute intestinale. Studi dimostrano come l’incidenza di tumori all’intestino in Puglia siano molto bassi rispetto alle altre zone d’Italia e che l’aspettativa di vita media superi addirittura gli 84 anni.

Questo studio dimostra come è consigliato sfruttare al meglio le proprietà benefiche che l’olio di oliva ci regala, ovvero l’acido oleico. L’olio potrebbe quindi essere impiegato per rallentare la crescita della malattia e migliorare gli effetti che oggi vengono tradizionalmente usati.

E tu? Consumi quotidianamente Olio Extravergine di Oliva?

A cura di Anna Angeloro.
Appassionata di scrittura, laureata in lettere e beni culturali.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *