Olio Evo: principale alleato contro il diabete di tipo 2

L’Olio Extravergine di Oliva è la fonte lipidica principale della Dieta Mediterranea. Ha un alto contenuto di grassi monoinsaturi e di componenti bioattivi che lo rendono un ottimo alleato nella prevenzione del diabete di tipo 2 (DMT2) e dalle patologie cardiovascolari. Come aiutarci con l’Olio Evo? Scopriamolo!

Cos’è il diabete di tipo 2?

Il diabete mellito di tipo 2 è la forma di diabete più frequente (quasi il 90% di casi) ed è tipo dell’età matura, anche se da qualche tempo l’indice di età diminuisce sempre di più.
È caratterizzato da 2 inadeguatezze:

  • Deficit di secrezione di insulina: non produce una quantità sufficiente di insulina per soddisfare le necessità del nostro organismo
  • Insulino-resistenza: l’insulina prodotta non agisce in maniera sufficiente

Il risultato è l’incremento del livello di glucosi nel sangue, ovvero l’iperglicemia.
Questo tipo di diabete è detto non insulino-dipendente perché, a differenza del diabete di tipo 1, l’iniezione di insulina esterna non è di vitale importanza.

Le cause della malattia vengono generalmente riscontrate soprattutto dal punto di vista ereditario e ambientale. La questione eredità deve essere ancora del tutto chiarita ma dal punto di vista ambientale i fattori a rischio sono:

  • Obesità (BMI maggiore o uguale a 30 kg/m2 per il DM2)
  • Inattività fisica.
  • Ipertensione (PAS maggiore o uguale a 140 mmHg e\o PAD maggiore o uguale a 90mmHg)
  • Colesterolo HDL (minore o uguale a 35 mg/dl)
  • Trigliceridi (maggiori o uguali a 250 mg/dl)

La persona affetta da questo tipo di diabete è una persona della seconda o terza età, con un peso superiore a quello ideale e spesso con parenti di primo grado diabetici.
I sintomi non sono evidenti, come invece accade per quelli affetti dal diabete di tipo 1, e la diagnosi avviene in presenza di complicanze in stato avanzato.

Alcuni dei sintomi tipi del diabete di tipo 2 sono:

  • Sensazione di stanchezza
  • Frequente bisogno di urinare anche nelle ore notturne
  • Sete inusuale
  • Perdita di peso improvvisa e immotivata
  • Visione offuscata e lenta guarigione delle ferite

Tra le complicazioni ci sono:

Cos’è il diabete di tipo 2?

 

Olio Evo nell’alimentazione di chi soffre di diabete di tipo 2

La dieta per un diabetico di tipo 2 è essenziale per svariati motivi:

  • Il livello glicemico dipende dai carboidrati (zuccheri) che vengono ingeriti
  • L’assunzione dei grassi deve essere controllata
  • L’accesso di peso corporeo va corretto con un introito di calorie inferiori rispetto a quelle consumate

Gli alimenti consigliati sono:

  • Verdura cruda e cotta da assumere in porzioni abbondanti.
  • Consumare pesce non meno di due-tre volte alla settimana.
  • Carboidrati complessi (pane, pasta, riso, fette biscottate) e cereali integrali.
  • Olio Extravergine di Oliva, aggiunto a crudo e con moderazione.
  • Formaggi da consumare un paio di volte alla settimana, in alternativa al secondo piatto.
  • Affettati più magri (prosciutto cotto, crudo, bresaola, speck, arrosto di tacchino e pollo) privandoli del grasso visibile.
  • Carne sia rossa che bianca. Pollame senza pelle.
  • Latte e yogurt scremati o parzialmente scremati.
  • Acqua, almeno 1,5 litri al giorno (preferibilmente acqua oligominerale).

diabete di tipo 2 alimentazione

 

Angela Rivellesi, occupandosi di questi aspetti afferma che: l’Olio Extravergine di Oliva rappresenta uno degli alimenti cardine della dieta mediterranea. È un modello di alimentazione sana in grado di ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e di molte altre patologie croniche.
I suoi effetti benefici sui fattori di rischio cardiovascolare e, in particolare, sui livelli di colesterolo, sulla pressione arteriosa, sull’accumulo di grassi nel fegato, sulla utilizzazione del glucosio a livello muscolare, dipendono principalmente dal tipo di grassi in esso contenuti, in gran parte insaturi.
Tuttavia, l’Olio Extravergine di Oliva contiene anche altri composti bioattivi, quali i polifenoli, che sono sostanze con elevato potere antiossidante che aiutano a prevenire l’arteriosclerosi e contribuiscono ai molteplici effetti salutari, incluso il buon controllo della glicemia dopo i pasti.

Esempio di dieta per diabetici di tipo 2

  • Colazione, circa 15%kcal TOT

Latte: 150ml
Pane integrale: 50g

  • Spuntino, circa 10% kcal TOT

Yogurt magro: 125g
½ arancia: 200g

  • Pranzo, circa 35%kcal TOT

Fagioli secchi + parmigiano: 80g + 10g
Radicchio: 100g
Olio Extravergine di Oliva: 15g

  • Spuntino, circa 10%kcal TOT

Yogurt magro: 125g
½ arancia: 200g

  • Cena, circa 30%kcal TOT

Filetto di trota: 100g
Finocchi: 200g
Pane integrale: 25g
Olio Extravergine di Oliva: 10g

Questo è solo uno degli esempi tipici della dieta di chi soffre di diabete di tipo 2.
A pranzo è possibile mangiare anche del riso, della pasta integrale; a cena è possibile sostituire il pesce con della carne bianca, della ricotta. Ma non bisogna mai dimenticare l’assunzione di Olio Extravergine di Oliva, infatti è indicato sia a pranzo che a cena!

L’Olio Evo non deve essere considerato un farmaco o una soluzione che possa esonerare dall’introdurre cambiamenti nel proprio stile di vita e di fare a meno di un supporto medico!
L’assunzione di Olio Evo nella nostra alimentazione abituale (con le giuste quantità) ha effetti benefici nelle prevenzione e nella gestione di chi soffre di diabete di tipo 2.

Se hai problemi di diabete di tipo 2, aiutati con una sana alimentazione introducendo l’Olio Extravergine di Oliva!

 

A cura di Anna Angeloro.
Appassionata di scrittura, laureata in lettere e beni culturali.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *