L’Olio Extra Light: cos’è e come si comporta nella nostra dieta?

L’Olio Extra Light: cos’è e come si comporta nella nostra dieta?
Mangia sano. Degusta l'Olio Nuovo 2018 direttamente dal Frantoio

ACQUISTA ORA

Olio prodotto in Puglia da Spremitura a Freddo. 100% Italiano.
Confezionato in frantoio. Per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.

Chi non conosce l’Olio Extravergine di Oliva? E’ uno degli alimenti tipicamente mediterranei ed è parte della nostra cultura culinaria e non solo. Sotto diversi punti di vista ha un valore altissimo e le sue proprietà e i suoi benefici sono sorprendenti. Abbiamo mai sentito parlare di Olio di Oliva Extra Light? Scopriamo di cosa si tratta!

Cos’è l’Olio di Oliva Extra Light?

L’Olio di Oliva “leggero” è definito tale perché è stato fortemente raffinato in modo da presentarsi con un colore molto pallido e un sapore delicato.
Il termine Extra Light è disciplinato dalle agenzie di regolamentazione alimentare in moltissimi paesi, così come tutti gli ingredienti che lo compongono.

È adatto alle cotture ad alta temperatura e il suo sapore troppo neutro lo rende una scelta sbagliata per chi ama il forte gusto dell’Olio Extravergine di Oliva tradizionale.
Ci sono diversi modi per fare l’Olio Extra Light:

  1. Pesante raffinazione dell’Olio d’Oliva attraverso il riscaldamento e una serie di filtri: il prodotto finale vedrà un olio molto pallido, inodore e con un sapore fin troppo leggero.
  2. Creare un Olio Extra Light con: Olio di oliva vergine e altri oli come vegetali o colza. L’Olio risultante avrà un punto di fumo molto alto ed un sapore leggerissimo grazie all’aggiunta di qualche goccia di Olio Evo

Risulta fuorviante, soprattutto negli Stati Uniti, leggere sulle marche Light e associare il termine “luce” ad “extra leggero” con gli alimenti che sono a basso contenuto di grassi.
Ma dato che l’Olio Extra Light ha lo stesso contenuto di grassi di un normale Olio Evo, in questo cado il termine “luce” va a riferirsi solo al colore pallido e smunto dell’Olio.

Come altri Olio, quello extra light deve essere conservato in un luogo fresco e asciutto per evitare l’irrancidimento. Ha una durata circa di 6 mesi ma se viene refrigerato il periodo si allunga di 1 anno.

Quale scegliere? Nonostante tutto sempre l’Olio Evo!

L’Olio Extravergine di Oliva è la scelta migliore quando si parla di condimenti grazie alla sua fragranza e alle sue virtù naturali che lo rendono buono non solo come alimento ma anche come elisir di bellezza, nella cosmesi.

È amico del cuore, antitumorale e alleato della giovinezza. È il grasso più usato nella Dieta Mediterranea e moltissimi sono gli studi clinici ed epidemiologici che mettono in luce tutte le qualità nutrizionali di questo elemento.

È l’unico Olio ad essere prodotto solamente spremendo il suo frutto: le olive. Senza l’aiuto di solventi chimici o di altri interventi industriali.
Una spremuta di olive che conferisce all’olio tutte le sostanze preziose contenute nella materia prima.

Il colore dell’olio è un ottimo indicatore di qualità. Ecco perché scegliere l’Olio Extravergine di Oliva al posto di un Olio di Oliva Extra Light è consigliato.
Più l’Olio è verde più è giovane, ottenuto da olive meno mature, ricco di clorofilla, quel pigmento che da il colore all’Olio Evo.

Il colore dell’olio è un ottimo indicatore di qualità. Ecco perché scegliere l’Olio Extravergine di Oliva al posto di un Olio di Oliva Extra Light è consigliato.
Più l’Olio è verde più è giovane, ottenuto da olive meno mature, ricco di clorofilla, quel pigmento che da il colore all’Olio Evo.
Ha un tasso di digeribilità molto elevato, superiore a tutti gli alti tipi di oli. Sopporta bene la cottura riuscendo a raggiungere anche temperature molto elevate (come nelle fritture).
Ricco di vitamine, Sali minerali, è un potente antiossidante e protegge le membrane cellulari da ogni attacco.

 

L’Olio Evo è il più completo, ricco di benefici e ottimo per tutti i condimenti! Scegliete sempre la qualità!

 

A cura di Anna Angeloro.
Appassionata di scrittura, laureata in lettere e beni culturali.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla newsletters

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Olio di oliva: un Vademecum che sfata ogni mito L’olio di oliva è uno degli alimenti più usati e amati in tutte le cucine, non solo italiane ma di tutto il mondo. Chi come condimento, chi lo aromati...
Tocoferoli dell’olio di oliva: cosa sono e quali benefici apportano? I tocoferoli, comunemente conosciuti come Vitamina E, sono un antiossidante naturale, prevengono malattie cardiovascolari, da stress ossidativo e cons...
Olio denocciolato: come si ottiene e quali sono le sue proprietà? La produzione di olio denocciolato è molto antica e veniva eseguita mediante la molitura delle olive già prive di nocciolo. Questo olio vanta delle pr...
Come conservare l’olio extra vergine di oliva? E quello appena spremuto? Conservare bene l'olio extravergine di oliva, specialmente quello appena spremuto, consente di farlo durare a lungo, mantenendo invariate le proprie c...
Esiste l’olio extra vergine di prima spremitura? Prima spremitura a freddo, seconda spremitura, olio della sansa di oliva... oggi sono tanti gli argomenti di discussione. Vediamo di fare un pò di chi...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *