L’Olio Extravergine d’Oliva ha una scadenza?

L’Olio Extra Vergine ha un tempo minimo di conservazione, ovvero un periodo di tempo nel quale le sue proprietà organolettiche, che sono quelle da cui dipendono il suo gusto, la sua unicità e la sua autenticità, rimangono inalterate.

Vuoi sentire il profumo dell'olio fresco appena franto? Lo riceverai 24-48 ore dopo la spremitura in frantoio. Introvabile!

Entro quanto tempo va consumato l’Olio Extravergine d’Oliva

La tradizione mediterranea è ricca di prodotti eccezionali dal punto di vista del gusto e della nutrizione, alimenti preziosi, che valorizzano i piatti che scegliamo di preparare e che fanno bene al nostro organismo, preservando più a lungo il nostro benessere e la nostra salute. Uno di questi è l’Olio Extravergine d’Oliva pugliese, quest’olio possiede delle peculiarità che lo rendono davvero speciale e proprio per questo è amato in tutta Italia e in tutto il mondo.

Ma l’Olio Extravergine d’Oliva, così buono e così salutare, ha una scadenza? Entro quanto va consumato?

L’Olio Extra Vergine ha un tempo minimo di conservazione, ovvero un periodo di tempo nel quale le sue proprietà organolettiche, che sono quelle da cui dipendono il suo gusto, la sua unicità e la sua autenticità, rimangono inalterate. Questo dato di solito viene riportato in etichetta ed è uno dei dettagli a cui dobbiamo fare più caso. Oltre il tempo minimo di conservazione l’olio può essere ancora consumato in completa sicurezza, senza danni al nostro corpo e alla nostra salute. Infatti con il tempo l’olio è vittima di processi di ossidamento del tutto naturali che lo fanno variare. E’ importante dire che non bastano pochi mesi ad alterare l’Olio d’Oliva, è infatti necessario più tempo perché questo si deteriori e vari di gusto e di proprietà.

Fa male consumare Olio Extravergine d’Oliva vecchio?

Ma fa male consumare dell’Olio Extravergine d’Oliva vecchio? La risposta è: dipende! Se sulla confezione del prodotto è presente una data di scadenza è meglio consumare l’olio entro quel termine, mentre se essa non è presente si può consumare in tutta tranquillità, senza farsi troppi problemi, in quanto esso non arrecherà danni alla vostra salute.
Quindi non dobbiamo assolutamente preoccuparci se consumiamo un Olio Extravergine d’Oliva vecchio di buona qualità in quanto esso contiene al suo interno un’elevata quantità di polifenoli che in questo caso svolgono un duplice compito: rallentano i processi ossidativi all’interno del nostro organismo e proteggono l’Olio dai medesimi processi. Quindi anche a distanza di dodici mesi o più dalla sua produzione esso non si presenterà con un gusto sgradevole al nostro palato e sopratutto non ci farà alcun male.

Ma per quanto tempo dopo la scadenza si può consumare un Olio? Tutto dipende dai già citati polifenoli. Più un Olio ne contiene più a lungo nel tempo potrà essere consumato. Ci sono addirittura dei casi, come nelle varianti di oli dal gusto particolarmente amarognolo e piccante, che il consumo in un periodo vicino alla scadenza non fa che rendere l’olio più buono e più piacevole nel momento del consumo. E’ comunque buona norma cercare di consumare l’olio entro 18 mesi dalla data di imbottigliamento, in modo da poter gustare un alimento ancora buono a livello di gusto e assolutamente non nocivo. Ricordatevi comunque che il discorso appena fatto vale per gli oli di buona qualità, ovvero quelli prodotti nei frantoi da famiglie che da generazioni si occupano della produzione dell’olio. Per quanto riguarda gli oli industriali presenti nei supermercati, spesso di dubbia qualità, è meglio rispettare la data di scadenza, poiché la presenza di polifenoli è sicuramente inferiore, così come il prezzo.

Altri articoli che ti potrebbero interessare

I polifenoli: cosa sono e quali benefici apportano? I polifenoli sono sostanze antiossidanti in grado di garantire una vera e propria azione terapeutica: si trovano nell'olio, nel vino e in altri alimen...
L’olio extra vergine contro il cancro al seno L' olio extra vergine di oliva, un ingrediente che usiamo nella cucina di ogni giorno potrebbe essere la chiave di svolta per eliminare il gene del ca...
Sapevi perché l’olio di oliva ha effetti benefici per la salute? Il consumatore presta maggiore attenzione ai prodotti alimentari, in particolare all'olio consumato a tavola. Questo perchè le loro conseguenze posson...
Grassi monoinsaturi, saturi e polinsaturi nell’olio di oliva: perchè sono così impor... L'olio ha molte proprietà importanti, è un alimento base della dieta mediterranea e viene utilizzato in un gran numero di ricette, anche a crudo. Nell...
Foglie di olivo, creme e tisane: come possiamo utilizzarle? Le foglie di olivo vanno raccolte di primo mattino, quando la rugiada è appena evaporata, di preferenza nei mesi di aprile, maggio e giugno. Si elimin...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *