Olio extra vergine di oliva italiano: ecco come verificare la sua origine

L’Olio Extra Vergine d’Oliva è indubbiamente uno degli alimenti più pregiati ed amati della tradizione italiana, nonché uno degli ingredienti più utilizzati nella preparazione dei gustosi piatti della dieta mediterranea.

Olio Extra Vergine d’Oliva: alimento pregiato della tradizione italiana

L’Olio Extra Vergine d’Oliva è indubbiamente uno degli alimenti più pregiati ed amati della tradizione italiana, nonché uno degli ingredienti più utilizzati nella preparazione dei gustosi piatti della dieta mediterranea. Esso, per via delle sue notevoli virtù e dei benefici che può apportare al nostro organismo, è molto utilizzato ed amato dalle famiglie. Ma gli oli presenti sul mercato non sono tutti uguali. Spesso ci si reca al supermercato e si sceglie un po’ casualmente il prodotto, senza considerare la provenienza o il come è stato prodotto ma facendosi più che altro trascinare da sconti e promozioni. Questo è un errore perché un olio, per essere buono e fare bene, deve avere delle caratteristiche specifiche. L’Olio prodotto in Italia è sicuramente il migliore in commercio ed in particolare uno dei più apprezzati, è quello prodotto in Puglia, in particolare nella zona di Foggia, dove ulivi secolari donano i loro preziosi frutti a famiglie che preparano l’Olio da generazioni e che nella preparazione dell’alimento sono solite utilizzare ricette e metodologie appartenenti alle antiche tradizioni. Ma come si fa a capire se l’Olio d’Oliva Extra Vergine che stiamo acquistando e che abbiamo intenzione di utilizzare per le nostre ricette è un vero Olio italiano?

Come verificare se l’Olio è italiano al 100%

Per evitare possibili frodi e quindi non acquistare un olio che si spaccia per italiano ma in realtà non lo è, esistono ad oggi delle certificazioni sulla provenienza geografica del prodotto, create apposta per salvaguardare produttori e consumatori nel vastissimo settore agro-alimentare. I marchi DOP e IGP certificano l’identità territoriale degli Oli Extra Vergine d’Oliva italiani. Inoltre l’Istituto di Biologia Agroambientale e Forestale ha creato delle tecniche ad Hoc per capire quali oli sono di una certa qualità e quindi prodotti in un determinato territorio e quali altri invece non lo sono. Quelli che vengono analizzati sono i rapporti isotopici nella sostanza organica, che variano proprio a seconda dell’area di origine delle olive da cui poi nascerà l’olio. In sostanza vengono registrate le composizioni isotopiche di un determinato ambiente, composizioni che proprio per le loro peculiarità risultano essere dei potenti traccianti naturali. Questo tipo di approccio è utile fondamentalmente per due motivi: permette di creare una rappresentazione cartografica delle differenti variazioni isotopiche e diviene un importantissimo strumento di indagine. Queste nuove tecniche risultano ad oggi molto utili per capire la reale provenienza di un olio, al di là di quella che è la sua certificazione, e ci consentono quindi di evitare potenziali frodi e di acquistare prodotti di qualità e non contraffatti. In questo modo il consumatore non rischierà di incappare in prodotti falsi, magari provenienti da altre zone del Mediterraneo che non sono l’Italia, e potrà gustarsi un buon prodotto, dal gusto autentico, pieno, unico, un alimento pregiato, perfetto per aiutarlo a mantenersi in salute e per dare un sapore particolare alle sue ricette.

Diffidate degli Oli Extra Vergine d’Oliva venduti a basso o bassissimo prezzo: essi saranno sicuramente convenienti dal punto di vista economico ma un buon olio, vista la procedura per produrlo, non può essere venduto ad un costo irrisorio.

Vuoi sentire il profumo dell'olio fresco appena franto?

Per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.
Olio Cristofaro: presente nella guida internazionale FLOS OLEI 2018. Classificato come uno dei migliori extravergine nel mondo

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Come conservare l’olio extra vergine e le olive Sia l'olio extra vergine che le olive richiedono alcuni accorgimenti indispensabili per una buona conservazione. Vediamo quali sono.La conservazio...
I flavor: caratteristiche sensoriali determinate dal tipo di cultivar I flavor identificano l'impressione sensoriale dell'olio di oliva, determinato principalmente dai sensi chimici del gusto e dell'olfatto. Vediamo i va...
Olio Extravergine Certificato 100% Italiano: come riconoscerlo? Oggigiorno sul mercato è possibile trovare differenti marche di olio, molte dalla provenienza incerta. Come è possibile verificare che un olio sia cer...
Come riconoscere gli oli d’oliva? La legge stabilisce criteri precisi per la definizione dei diversi tipi di olio di oliva. In particolare, per chiamarsi vergine, l'olio deve essere ot...
Il 2016 è stato l’anno delle contraffazioni dell’olio. Ecco perchè! I prezzi dell'olio nel 2016 sono alle stelle e i rivenditori non sono in grado di soddisfare un mercato "abituato" ai 4-5€/litro. Il 2016 sarà quindi ...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.