Il Calazio è una cisti granulosa che si forma in seguito a un’infiammazione che si cronicizza delle ghiandole del Meibonio, che producono la componente lipidica (grassa) delle lacrime. Risulta fastidiosa tanto da provocare anche prurito. Ma come possiamo curarla e prevenirla? Beh, l’olio di oliva potrebbe essere uno dei rimedi naturali, non ci resta che saperne di più!

Vuoi scoprire tutti i “rimedi naturali” a base di Olio EVO?

Ricevi subito in REGALO un E-BOOK di 55 PAGINE, con una raccolta di rimedi naturali per pelle, occhi, problemi intimi, dermatiti, dolori articolari e tanto altro… Imperdibile!

Olio di oliva e calazio: tra cura e rimedi

Il calazio è un’infiammazione molto fastidiosa che colpisce principalmente le palpebre sia al loro interno che al loro esterno.
Si manifesta con una forma sferica, una piccola pallina (nodulo) che va a formarsi attorno alla ghiandola di Meibomio, una ghiandola che ha il compito di espellere le lacrime e i grassi in eccesso. Si differenzia dalla congiuntivite, un’infiammazione batterica e virale, proprio perché il calazio è provocato dall’irritazione delle ghiandole palpebrali e da una poca, lubrificazione degli occhi.
Questa infiammazione provoca pus e secrezioni grasse proprio a causa di una scarsa funzionalità della ghiandola di Meibomio.

Tra le cause scatenanti abbiamo:

  • scarsa igiene oculare
  • un orzaiolo non guarito del tutto e male cicatrizzato
  • gravidanza
  • diabete mellito
  • stress
  • alimentazione non corretta
  • stipsi
  • rosacea

Questo disturbo è spesso indolore e di lieve entità. Oltre al gonfiore, altro sintomo è quello di una leggera irritazione dell’area della palpebra e prurito.

In diversi casi questo disturbo scompare nel tempo mentre in altri casi è necessario intervenire così da favorire un rapido decorso del problema. È possibile ricorrere a rimedi naturali che sono in grado di aiutare i nostri occhi, e nello specifico le nostre palpebre, a velocizzare il completo assorbimento del calazio.

Tra questi troviamo:

Camomilla: fare degli impacchi caldi di camomilla in modo da lenire l’infiammazione. Il trattamento può essere ripetuto dalle 2 alle 3 volte al giorno.

Cavolo: scottare a vapore le sue foglie, pestarle e applicare la “crema” formatasi sulla zona interessata

Vapori di acqua bollenti: uno dei vecchi rimedi della nonna. Acqua bollente con l’aggiunta di bicarbonato di sodio oppure ginepro.

Igiene: non toccare gli occhi con mani sporche, può solo peggiorare l’infezione e prolungare i tempi di guarigione.

Non grattarsi: l’infezione porta ad avere prurito e questo disagio ci porta a grattarci nella parte colpita da calazio. È controproducente farlo, la situazione si aggraverebbe ancora di più

Olio di oliva

Olio Evo un buon rimedio contro il Calazio

Fattore importantissimo per la cura del Calazio è, come abbiamo già visto, l’uso di prodotti naturali che sono ottimi perché nutraceutici. Tra questi non poteva senz’altro mancare l’olio extravergine di oliva.

Ingredienti:

  • Olio di oliva
  • Batuffolo di cotone

Procedimento:

  1. Ungere la parte interessata dall’infezione con un batuffolo di cotone
  2. Lasciare che l’olio agisca per qualche ora
  3. Risciacquare accuratamente
  4. Asciugare tamponando delicatamente

Questo procedimento può essere attuato anche per prevenire il Calazio. Se siamo consapevoli che il nostro organismo è soggetto a questo tipo di problema, usare l’olio di oliva per detergere i nostri occhi, almeno un paio di volte a settimana, è un buon metodo per un’ottima cura e prevenzione.

Inoltre bisogna sapere che la formazione del calazio può essere arrestata e quindi prevenuta attraverso una ricca dieta che prevede il consumo di:

  • tantissima frutta e verdura di stagione
  • Olio Extravergine di Oliva
  • alimenti ricchi di Omega3 (frutta secca e pesce azzurro)
  • cereali integrali
  • legumi

N.B. L’olio extravergine rappresenta un rimedio naturale e non può in nessun caso sostituirsi ad un trattamento medico. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo eventuali patologie o problemi di salute.

Hai mai pensato di usare l’olio di oliva come rimedio naturale al Calazio? Raccontaci la tua esperienza!

A cura di Anna Angeloro.
Appassionata di scrittura, laureata in lettere e beni culturali.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *