Come degustare pane olio e sale

Pane e olio: due semplici prodotti che richiamano alla memoria uno dei più antichi accostamenti della tradizione italiana. Un binomio sano e gustoso che mette d’accordo tutti, dagli adulti ai bambini, dai crudisti ai vegani. Una semplice ricetta che si adatta ai diversi momenti della giornata.
Scopri le ricette tradizionali e le rivisitazioni attuali!

Pane e olio nuovo: dalla merenda alla colazione

La tradizionale merenda tanto amata dagli italiani, consiste nel versare a filo del buon olio extravergine di oliva su una fetta di pane e aggiungere un pizzico di sale.
Se scegli olio nuovo, appena uscito dal frantoio, dal sapore fruttato quasi piccante, o un buon olio extravergine di oliva dal profumo medio-intenso, puoi evitare di mettere il sale.

Puoi consumare pane e olio anche a colazione: tosta il pane per renderlo più croccante, bagnalo con l’olio ed eventualmente insaporisci con il sale.

A seconda dei tuoi gusti ed esigenze, puoi utilizzare il pane che preferisci: integrale, di segale, d’avena, ai semi; in caso di allergie o intolleranze alimentari, puoi sostituire il pane con le gallette al cereale che ami.

Puoi creare gli abbinamenti che vuoi, sfruttando le varietà di pane e olio che trovi in commercio. Decidi tu che accostamento creare: per assonanza o contrasto, cioè se condire un pane dolce con un olio delicato o il contrario.

Fai attenzione a dosare bene l’olio, per evitare di coprire il sapore del pane e a scegliere un pane che non sovrasti il profumo dell’olio.

Per essere sicuro di ottenere un risultato equilibrato nei sapori, scegli pane e olio provenienti dallo stesso territorio, magari quello delle tue origini: sarai sorpreso dal binomio perfetto ottenuto per il tuo palato e dal piacere di riassaporare i ricordi legati ai luoghi della tua infanzia.

Mamme in attesa, consumate Pane e Olio Evo

L’olio di oliva aiuta moltissimo durante la gravidanza. Secondo parecchi studi è un alimento particolarmente idoneo per il rapporto tra acidi grassi polinsaturi, saturi e monoinsaturi (acido linoleico, acido linolenico e acido oleico) che lo caratterizza.
Questa prosperità aiuta lo sviluppo del sistema nervoso del bambino.

Durante la gravidanza, ingerendo regolarmente olio di oliva, si salvaguarda il futuro del nostro bambino per delle ossa più robuste e resistenti. Questo è possibile grazie all’apporto di vitamine liposolubili (A, D, E, K) che stimolano la mineralizzazione del tessuto osseo.

Durante la gravidanza, grazie all’assunzione dell’olio, si assicura all’apparato gastrico una protezione naturale eludendo gli effetti della ipercloridria, cioè si evitano le esofagiti da reflusso, molto frequenti negli ultimi tre mesi di gestazione.
Durante i nove mesi di attesa spesso si hanno problemi intestinali: preferendo un condimento con olio si corregge la stipsi, soprattutto durante i primi mesi. La donna incinta dovrebbe, secondo i pareri medici, arricchire la proprio alimentazione con tre cucchiai al giorno di extravergine crudo.

Se si ha fame all’improvviso, ad esempio, si può preferire a biscotti e al cibo insacchettato, o alle classiche merendine, una piccola fetta di pane tostato con mezzo cucchiaio di olio di oliva. È uno spuntino che aiuta a combattere languori e contemporaneamente favorisce la funzione dell’apparato intestinale.

Pane e Olio Evo, una merenda ideale per bambini

Pane e olio, un connubio perfetto. Una merenda semplice e gustosa, adatta ai bambini, ma non solo. La perfetta combinazione anche come base di un piatto unico a pasto, aggiungendo ad esempio gli omega 3 del pesce e i micro-nutrienti del pomodoro.

A rammentarci che una fetta da 40 grammi di pane circa condita con un filo di olio extravergine di oliva è una merenda sana, perché completa e leggera, è l’Assitol, l’associazione italiana dell’industria olearia.

«Questi due capisaldi della dieta mediterranea», ha spiegato Angelo Cremonini, presidente del Gruppo olio d’oliva dell’associazione, «coniugati in una merenda per tutte le ore e tutte le tasche, rappresentano un abbinamento gastronomico straordinario, anche grazie alla possibilità di spaziare tra gusti diversi, sia per il pane sia per l’olio».

E lo dimostra anche l’Istituto Superiore di Sanità, che spiega che i due semplici ingredienti, preziosi anche distintamente, dal punto di vista nutrizionale si arricchiscono a vicenda. L’olio esalta il sapore del pane e ne riduce l’indice glicemico. Con una sola fetta si assumono carboidrati, vitamine B1, B2, B6 e B9, ferro, magnesio, zinco e potassio, e nessun grasso saturo.

È una merenda amica del sistema cardiovascolare: gli acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi dell’olio sono grassi sani, che consentono di verificare il livello di colesterolo. Aiuta la digestione e combatte la stitichezza ed apporta buone quantità di vitamina.

La merenda di pane ed extravergine apporta 200 calorie circa, ed è uno spuntino adatto non solo ai bambini, ma alle persone di tutte le età. L’importante è scegliere ingredienti di prima qualità: è perfetto il pane casereccio, quello del fornaio di fiducia, bianco oppure integrale o ai cereali. Meglio evitare, invece, quello per i toast.
Pane e olio è un abbinamento perfetto anche per una cena leggera. Aggiungendo un altro ingrediente, si ottiene un mini pasto sano e veloce.

«Se di sera si torna stanchi o si ha poco tempo, mettendo insieme pane, olio e qualche altro ingrediente, ad esempio gli omega3 del pesce azzurro ed i micro-nutrienti del pomodoro, si ottiene un pasto davvero sano e completo dal punto di vista nutrizionale», come ha spiegato Marco Silano, direttore dell’Unità Operativa Alimentazione, Nutrizione e Salute dell’Istituto Superiore di Sanità.

Pane e Olio di Oliva ci fanno ingrassare?

L’olio extravergine è un alimento necessario per la nostra salute e quindi deve trovare posto anche nella dieta di chi vuole controllare il peso corporeo perché migliora il metabolismo e non favorisce l’aumento di peso. I grassi che racchiude, aggiunti agli alimenti, possiedono un effetto anti insulina, l’ormone che fa depositare il grasso a livello addominale. Un pasto senza olio è meno buono e meno salutare.

È un errore eliminare i carboidrati nella nostra dieta. I carboidrati aiutano a dimagrire bene, senza aggredire i muscoli, ma agendo solo sui depositi di grasso perché, grazie al loro contenuto di amido, assicurano energia di lunga durata, senza mandare la glicemia alle stelle e, di conseguenza, senza far innalzare l’insulina.

Questo non vuol dire che possiamo fare delle enormi abbuffate o esagerare con le dosi: 50-100 grammi di pane al giorno, meglio se tostato con l’aggiunta di Olio Evo.
Senz’altro una dieta che si alterna tra gusto e salute.

Bruschetta aglio e olio: dalle tradizioni alle rivisitazioni

La tradizionale ricetta pugliese vuole che il pane sia abbrustolito, per ottenere la classica bruschetta, e condito rigorosamente con aglio, olio e sale.

Al posto della piastra calda, puoi passare le fette di pane strofinate con l’ aglio e condite con l’olio, in forno caldo a 180° per qualche minuto. Valuta tu il tempo per ottenere il grado di croccantezza che vuoi ottenere.

La tradizionale ricetta sarda vuole l’olio nuovo sgocciolato sul pane carasau, insaporito con sale e pepe e messo a scaldare in forno per essere consumato ben caldo.

Puoi impreziosire il tradizionale pane e olio con altri ingredienti, per creare sfiziosi spuntini da consumare a metà mattina o pomeriggio, da servire insieme all’aperitivo o come antipasto, da servire come pranzo veloce o come dolce.

Alcune ricette con pane e olio

Ecco un breve video offerto da MypersonaltrainerTv, che ti spiega come preparare bruschette sfiziose fatte in Casa.

Ecco alcune ricette che ti proponiamo:

Pane, olio e avocado

Metti alcune fette di avocado sul pane tostato e condisci con un filo di olio.

Pane, olio e salmone

Stendi alcune fette di salmone sul pane abbrustolito, condisci con olio nuovo, succo di limone, pepe bianco e finocchietto.

Pane, olio e pomodoro

Prepara la tradizionale bruschetta toscana con l’accortezza di condire il pane con poco olio. Mentre abbrustolisci, prepara una dadolata di pomodori condita con un po’ di basilico, olio e una generosa presa di sale. Disponi i pomodori sulla bruschetta e guarnisci con cime di basilico fresco.

Pane, olio e pecorino

Condisci le fette di pane con olio e pecorino, metti in forno caldo a 180° finchè il formaggio fonde e avvolge il pane.

Pane, olio e zucchine

Prepara sottili listarelle di zucchine condite con olio, sale, pepe e succo di limone e disponile su pane, olio e pecorino.

Pane, olio e cioccolato

Metti su una fetta di pane condita con l’olio del buon cioccolato fondente e, se vuoi, un pizzico di sale.

E tu, come prepari pane e olio extravergine di oliva? Raccontaci la tua esperienza!

A cura di Cristina Tomeazzi.
Appassionata di scrittura, ha conseguito il diplomata di maturità scientifica ad indirizzo Biologico.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *