Vuoi scegliere il miglior extra vergine d’oliva pugliese? Basati anche sul prezzo!

Nonostante le sue caratteristiche di eccellenza, il l’olio pugliese mostra un ottimo rapporto qualità/prezzo, anche se oggi il consumatore è disposto a spendere per garantirsi un prodotto di qualità. Ma perchè il prezzo dell’olio extra vergine rappresenta un ottimo elemento di valutazione?

Come scegliere il miglior olio extra vergine di oliva?

La Puglia rappresenta una delle regioni maggiormente produttive nel campo oleario e vanta una tradizione storica, con un numero significativo di frantoi sparsi su tutto il territorio. L’alta qualità dell’olio extravergine prodotto alimenta un vero e proprio mercato, che fa in modo di far arrivare sulla tavola del consumatore una tipologia di olio pregiata e di nicchia. Nonostante le sue caratteristiche di eccellenza, il costo dell’olio pugliese mostra un ottimo rapporto qualità/prezzo, anche se oggi il consumatore è pronto anche a spendere per garantirsi un prodotto di qualità. Nel momento in cui si deve scegliere il proprio olio, specie se extravergine, occorre tenere conto di una serie di parametri. La scelta degli oli pugliesi è molto vasta ma una serie di indicazioni possono ritornare utili:

  • può essere buono scegliere un olio che derivi da Aziende Agricole specializzata nella produzione e vendita di olio, in quanto si avrà una maggiore garanzia che le olive usate siano esclusivamente italiane. I frantoi locali, infatti, non potrebbero permettersi rapporti commerciali con altri Paesi e quindi usano solo olive del proprio territorio per la lavorazione;
  • occorrerebbe informarsi anche sulla stagionalità: infatti la raccolta delle olive dipende dal terreno dove crescono, possono esserci annate migliori o peggiori e questo incide sulla produzione. Ecco perché le medie e grandi aziende, in caso di un’annata nefasta, per assicurarsi la produzione su larga scala importano le olive anche da altri Paesi;
  • bisogna orientarsi anche sulla filiera produttiva, che prevede l’utilizzo di frantoi a freddo o a caldo. I primi servono a produrre un olio extravergine di alta qualità, i secondi sono indicati per tutti gli altri tipi, in quanto il calore deteriora leggermente le caratteristiche organolettiche, per cui l’olio non sarà più extravergine, ma ne consentirà una maggiore produzione in termini quantitativi;
  • anche la limpidezza è un parametro da valutare per l’acquisto: l’olio migliore è quello che appare denso e con un gusto fruttato. Inoltre la bottiglia in cui esso è contenuto dovrebbe essere di vetro oscurato, questo perché l’olio è fotosensibile e la luce provoca la degradazione delle particelle in esso contenute.

Perchè il prezzo rappresenta un valido elemento di valutazione?

Il prezzo dell’olio extra vergine pugliese è un altro elemento importante di cui tenere conto al momento dell’acquisto. Sia che si compri al dettaglio, sia che ci si rechi in un frantoio, bisogna considerare che la produzione dell’olio è un processo costoso. In media, tra la raccolta delle olive, la molitura, la gramolatura e le altre fasi produttive il costo medio si aggira tra i 7 e i 9 euro. Senza contare l’imbottigliamento e la distribuzione. Quindi anche se il prezzo, da solo, non è indice automatico di alta qualità, indubbiamente rappresenta un valido parametro di valutazione e di cui tenere considerazione. Il costo dell’olio pugliese rappresenta un valore aggiunto ma, pur garantendo la qualità del prodotto finale, si attesta sulla media nazionale, che prevede, soprattutto per la versione extravergine, una fascia di prezzo medio alta.

Un olio extravergine di oliva che venga venduto a un prezzo molto basso deve essere acquistato con cautela, magari informandosi prima sull’origine dello stesso, su dove è stato prodotto e quando.

Vuoi sentire a tavola il profumo dell'uliveto?

OLIO CRISTOFARO

Olio 100% italiano, prodotto in Puglia da spremitura a freddo
Confezionato direttamente in frantoio per mantenere tutte le proprietà dell'olio appena franto e per sentire il profumo dell'uliveto. Dal frantoio alla tua tavola!
2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *