Olio Aromatizzato alla Salvia e Mirto fatto in casa
Mangia Sano e Naturale. Olio Artigianale dal Frantoio.

ACQUISTA ORA

Olio Pugliese da Spremitura a Freddo. 100% Italiano. SPEDIZIONE GRATUITA!
Confezionato in frantoio. Per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.

La ricetta dell’Olio Aromatizzato alla Salvia e al Mirto è un’idea nuova ed innovativa che racchiude tre ingredienti chiave per il nostro benessere ma anche per condire al meglio qualunque tipo di piatto: Olio Extravergine di Oliva, Salvia e Mirto. Ognuno con le sue proprietà e i suoi benefici che insieme racchiudono sapore, gusto e una buona dose di proprietà nutraceutiche. Scopriamo insieme la semplicità di questa ricetta e quali sono le proprietà benefiche di questi ingredienti.

Olio, Salvia e Mirto: tre ingredienti utili al nostro organismo

La salvia è una delle erbe aromatiche più comuni in Italia e più usate non solo per il ricercato gusto prezioso ed insostituibile nella nostra cucina italiana, ma anche per le sue inesauribili proprietà, tra le quali:

  • Antinfiammatoria
  • Digestiva
  • Espettorante
  • Disinfettante

Trova impiego nella cura delle patologie dell’apparato respiratorio in caso di raffreddore, tosse, mal di gola e febbre.
Infine la salvia possiede anche un’azione ipoglicemizzante: un infuso a stomaco vuoto di salvia è utile nella cura del diabete, perché riduce il tasso di glicemia nel sangue.
La salvia (Salvia officinalis) è una pianta della famiglia delle Laminaceae. Molto usata in cucina per aromatizzare diverse pietanze, è in realtà utilissima anche per le sue proprietà antisettiche, antinfiammatorie e diuretiche.
La salvia viene impiegata in tutti i disturbi femminili come la sindrome premestruale e contro i disturbi della menopausa . Favorisce il flusso mestruale in caso di amenorrea, perché l’olio essenziale stimola il sistema ormonale femminile e quindi la manifestazione delle mestruazioni.
La salvia è utilizzata nelle affezioni dell’apparato gastrointestinale come distensivo della muscolatura, in quanto compie un’azione antispasmodica, utile in caso di intestino irritabile, spasmi all’apparato digerente o contro i dolori mestruali.

Il Mirto (Myrtus communis), è una pianta che appartiene alla famiglia delle mirtacee dalle proprietà:

  • Balsamiche
  • Antinfiammatorie
  • Astringenti
  • Utile nei casi di cistite
  • Problemi di digestione
  • Gengiviti
  • Emorroidi

Per questo trova impiego in campo erboristico e farmaceutico per la cura di affezioni a carico dell’apparato digerente e del sistema respiratorio.
Il mirto svolge anche un’azione tonica e antisettica, utile per la produzione di creme per la cosmesi naturale e detergenti intimi per le pelli sensibili.

Ricetta dell’Olio Aromatizzato alla Salvia e Mirto

Le foglie di essiccate di salvia, il cui termine in latino è salvus, cioè “salvo”, immettono nell’olio aromatizzato una grande quantità di ioni e chetoni, nonché acido ursolico, acido caffeico, acido rosmarinico.
Il contributo delle bacche essiccate di mirto è elevato in termini di aromaticità; le bacche di mirto si trovano nella macchia mediterranea soprattutto nei mesi di ottobre e novembre.

Ingredienti

  • Bottiglia di vetro
  • Olio extravergine di oliva
  • Salvia
  • Bacche di mirto

Procedimento

  1. Far essiccare le bacche di mirto
  2. Lavare ed asciugare bene una bottiglia di vetro
  3. Lavare e tamponare con un panno di cotone le foglie di salvia e lasciarle per qualche minuto ad asciugare, evitando così di lasciare residui d’acqua sulle foglie
  4. Inserire nella bottiglia le foglie di salvia e le bacche di mirto e ricoprire il tutto dell’ottimo Olio Extravergine di Oliva.
  5. Non ci sono dosi consigliate, tutto dipende dal sapore più o meno intenso che volete regalare al vostro olio di oliva.

È un olio adatto alle verdure grigliate, ai condimenti di patate e di piatti non vegetariani, su tutti i tipi di carne e anche nelle insalate. È versatile ed ha un sapore ed un profumo unico.

Avete mai pensato di mescolare questi tre ingredienti per creare qualcosa di unico e buonissimo? Raccontacelo!

A cura di Anna Angeloro.
Appassionata di scrittura, laureata in lettere e beni culturali.

Rimani aggiornato con i contenuti del nostro blog. Iscriviti alla Newsletter!

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Le frodi più frequenti e le differenze qualitative con gli oli di semi È bene diffidare di venditori occasionali privi di licenza che non rilasciano documenti di vendita. Per la frittura vengono spesso utilizzati gli oli ...
Come preparare i Waffles con olio di oliva Soffici cialde dall’inconfondibile forma a nido d’ape, per accogliere, in un ghiotto abbraccio, ogni condimento: dallo zucchero a velo alla panna, dal...
L’olio di oliva in cucina e la sua resistenza alle alterazioni A temperatura elevata, e in presenza dell'ossigeno atmosferico, i fenomeni di ossidazione, che i grassi subiscono anche a temperatura ambiente, accele...
Come preparare l’olio di oliva aromatizzato al basilico L'olio aromatizzato al basilico è un prodotto molto diffuso nella cucina italiana, è lo sposalizio tra il nettare extravergine ricavato dalla spremitu...
Vuoi preparare i funghi sott’olio? Ecco la ricetta! La preparazione delle conserve fatte in casa, riporta alla mente ricordi positivi che vanno dalla raccolta degli ortaggi ai momenti di condivisione, d...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *