olio di oliva prevenzione e cura malattie

Ruolo dell’olio di oliva nell’insorgenza del cancro

In Europa, i tumori sono responsabili del 20% circa di tutti i decessi. I tassi di mortalità per neoplasia sono però più elevati nei paesi dell’Europa nordorientale e più bassi in quelli dell’area mediterranea. Si stima che circa il 35% di tutte le morti per cancro siano attribuibili a fattori alimentari.

Diversi studi epidemiologici indicano che il consumo regolare di olio extra vergine d’oliva è inversamente correlato a diversi tipi di tumori. La maggior parte di queste indagini sottolinea la relazione tra questo alimento e le neoplasie mammarie o gastriche. Anche se sono necessarie ulteriori ricerche, i dati attuali indicano in maniera convincente un ruolo protettivo dell’olio di oliva nella prevenzione del tumore al seno.

L’effetto protettivo dell’olio d’oliva nei confronti del cancro gastrico è meno chiaro. L’unica conclusione al momento possibile, per quanto riguarda la prevenzione di questo tipo di tumore, è la probabile utilità di una maggiore assunzione di frutta e verdura. Anche se alcuni studi suggeriscono l’effetto protettivo dell’olio d’oliva nei confronti di diversi altri tipi di tumore, come quelli a colon, endometrio e ovaio, i dati sono limitati perchè raccolti da un numero troppo piccolo di indagini, i cui risultati non possono quindi indicare niente di più che un sospetto di una possibile azione di questo tipo. Per contro non esiste studio che possa sostenere l’ipotesi di un effetto oncogeno legato al consumo dell’olio d’oliva.

Articolo tratto da Analisi sensoriali “come riconoscere le qualità degli oli extravergine di oliva”

Vuoi sentire a tavola il profumo dell'uliveto?

OLIO CRISTOFARO

Olio 100% italiano, prodotto in Puglia da spremitura a freddo
Confezionato direttamente in frantoio per mantenere tutte le proprietà dell'olio appena franto e per sentire il profumo dell'uliveto. Dal frantoio alla tua tavola!
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *