come preparare i fagiolini sott'olio fagiolini sott'olio

Le conserve fatte in casa sono un modo semplice e comodo per portare sulla tavola invernale le verdure dell’estate, per beneficiare delle loro proprietà nutritive e riassaporare i ricordi della stagione che, più di ogni altra, è legata alla compagnia e alla convivialità. Scopri come preparare e conservare i fagiolini sott’olio!

Come preparare i fagiolini sott’olio

Ingredienti

  • 1,5 kg di fagiolini
  • 1 litro di acqua
  • 500 ml di aceto di vino bianco
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 peperoncini secchi
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.

Procedimento

1. Lava i fagiolini sotto l’acqua corrente, privali delle estremità e dei filamenti. Prendi una ciotola grande, riempila di acqua e lasciali a bagno per 10 minuti per rimuovere le impurità più resistenti.

2. Metti l’aceto in una pentola capiente, aggiungi l’acqua e un pizzico di sale e porta a ebollizione. Cuoci i fagiolini per 7-10 minuti ricordando di lasciarli croccanti.

3. Scola i fagiolini e asciugali con un canovaccio.

4. Lava l’aglio e tritalo insieme al peperoncino.

5. Prendi i barattoli da sottovuoto sterilizzati, disponi i fagiolini a strati alternati al trito di aglio e peperoncino.

6. Aggiungi l’olio extra vergine di oliva fino ad 1 cm dall’orlo del vasetto; elimina le bolle d’aria schiacciando delicatamente il contenuto con un cucchiaino.

7. Chiudi i barattoli con i tappi nuovi e procedi alla bollitura per creare il sottovuoto: prendi una pentola grande, disponi all’interno i barattoli avvolti da panni da cucina, per evitare che si rompano, riempi di acqua e fai bollire per circa 30 minuti. Spegni il fuoco e lascia riposare i barattoli nella pentola per tutta la notte.

8. Togli i barattoli dalla pentola, controlla il tappo per avere la certezza che si sia creato il sottovuoto, riponi i vasetti in luogo fresco e asciutto e lascia riposare per 1 mese prima del consumo.

Fagiolini sott’olio con il Bimby

Ingredienti

  • 500 gr di fagiolini
  • 260 gr di acqua
  • 130 gr di aceto
  • sale q.b.
  • aglio q.b.
  • peperoncino secco q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.

Procedimento

1. Lava e pulisci bene i fagiolini.

2. Metti l’acqua e l’aceto nel boccale, porta a ebollizione azionando il robot a 100°, alla velocità 1 per 10 minuti.

3. Aggiungi i fagiolini e il sale e cuoci a 100°, alla velocità 1 per 10 minuti in senso antiorario.

4. Scola bene i fagiolini, lasciali raffreddare e riposare su un canovaccio di tela per 6 ore.

5. Prendi una ciotola, condisci i fagiolini con olio, aglio e peperoncino tritati e mescola.

6. Metti i fagiolini conditi nei vasetti di vetro, aggiungi l’olio fino a coprirli completamente e chiudi stringendo i tappi. Lascia riposare 48 ore prima del consumo.

Consigli

Per la buona riuscita della ricetta:

  • scegli olio extravergine di oliva di prima qualità
  • scola bene e asciuga i fagiolini su un canovaccio di tela
  • usa solo vasetti di vetro

Vuoi dare sapori diversi?

  • Cuoci i fagiolini in 1 litro di acqua, 500 ml di aceto e 1 litro di vino rosso
  • Varia le spezie di condimento: usa aglio e origano, aglio e basilico, aglio e alloro, salvia e alloro o menta e peperoncino secco

Non vuoi usare l’aceto?

Lessa i fagiolini in sola acqua salata.

Per la degustazione

Abbi cura di consumare i fagiolini entro 6 mesi dall’apertura del vasetto: a lungo andare, l’olio extravergine di oliva sovrasta il naturale sapore dei fagiolini.

Sei a dieta?

Se sei a dieta, sai che la presenza dell’olio aumenta notevolmente le calorie di questo legume, di per se’ a basso contenuto calorico. Puoi consumare, senza sensi di colpa, questa deliziosa conserva nella misura di 50 gr di fagiolini per 2 volte alla settimana, avendo cura di sgocciolare bene i fagiolini ed evitare di aggiungere altro olio all’interno del pasto.

Idee menù

Puoi servire i fagiolini sott’olio come contorno per accompagnare formaggi, salumi,arrosti e grigliate di carne. Oppure, puoi gustarlo semplicemente come pratico e sfizioso antipasto.

Fagiolini sott’olio: conservazione

La buona conservazione delle conserve fatte i casa dipende dalla corretta sterilizzazione dei vasetti di vetro. Con la sterilizzazione, elimini i microrganismi responsabili del deterioramento della conserva e ottieni un prodotto genuino, che puoi consumare a distanza di tempo.
Ricorda di inserire alimenti caldi in vasetti sterilizzati caldi o alimenti freddi in vasetti sterilizzati freddi.

Ecco 4 modi che puoi utilizzare per sterilizzare i tuoi barattoli di vetro.

Con la pentola

Prendi una pentola capiente, foderala con un canovaccio, inserisci i vasetti con l’apertura rivolta verso l’alto, avvolgili con panni da cucin per evitare che si rompano, riempi pentola e vasetti di acqua e porta a ebollizione. Lascia bollire per 20 minuti, poi inserisci i coperchi e lascia bollire per altri 10 minuti. Spegni il fuoco, lascia raffreddare, estrai vasetti e coperchi, falli scolare e asciugare capovolti su un canovaccio pulito.

Con la lavastoviglie

Lava barattoli e coperchi e lasciali asciugare capovolti su un canovaccio pulito. Inserisci barattoli e coperchi a testa in giù nella lavastoviglie vuota, seleziona un lavaggio ad alta temperatura per 5 minuti, estrai vasetti e coperchi, lavali con aceto, inseriscili nuovamente in lavastoviglie, seleziona lo stesso lavaggio ad alta temperatura per altri 5 minuti. Estrai barattoli e coperchi, falli asciugare a testa in giù su un canovaccio pulito.

Con il forno tradizionale

Accendi il forno a 100°, raggiunta la temperatura inserisci i vasetti a distanza tale che non si tocchino, lascia per 5 minuti. Spegni il forno e quando la temperatura inizia a calare, inserisci anche i tappi. Lascia raffreddare barattoli e tappi all’interno del forno.

Con il microonde

Con il forno a microonde puoi sterilizzare i barattoli, ma non i tappi: usa questo metodo solo per la conservazione di alimenti caldi, perchè la sterilizzazione dei tappi avviene con il processo di raffreddamento del vasetto riempito dell’alimento caldo.
Lava i barattoli, versa 2 dita di acqua, inserisci i barattoli nel microonde, porta a ebollizione e lascia bollire per 2 minuti. Estrai i barattoli, butta l’acqua, lascia asciugare i vasetti capovolti su un canovaccio pulito.
Riempi i vasetti con l’alimento caldo, chiudi con i tappi, capovolgi e lascia raffreddare.

E tu, come prepari e conservi i fagiolini sott’olio? Raccontaci la tua ricetta!

A cura di Cristina Tomeazzi.
Appassionata di scrittura, ha conseguito il diplomata di maturità scientifica ad indirizzo Biologico.

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Vuoi preparare e conservare le olive schiacciate? Le olive schiacciate sono una vera prelibatezza, facilissime da realizzare e da gustare ogni volta che vuoi grazie alla lunga conservazione. Scopri co...
Aglio sott’olio: ecco la vera ricetta pugliese! L'aglio sott'olio è una ricetta molto semplice da preparare ed è particolarmente utile per condire vari piatti e rendere stuzzicante il momento dell'a...
Pomodori secchi sott’olio? Ecco alcune ricette per prepararli e conservarli Con la bella stagione e il calore dell'estate, la regione della Puglia si colora delle tradizionali distese di pomodori lasciati ad essiccare al sole....
Come conservare le olive nere e verdi? Le olive sono una preparazione perfetta per aperitivi, antipasti e molti piatti prelibati. Vediamo alcuni metodi per conservare le olive nere e verdi,...
Come preparare i taralli all’olio extravergine e vino? Con l’arrivo dell’inverno viene proprio voglia di accendere i forni e mettere le mani in pasta! Oggi abbiamo deciso di rivelarti la ricetta dei delizi...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *