olio pugliese artigianale

L’olio artigianale esiste e il frantoiano è l’unico vero produttore di olio dalle olive

Spesso si sente parlare di olio artigianale, ma di cosa si tratta e quali sono le caratteristiche che lo rendono un prodotto unico?

Continua a leggere

la vista come elemento di valutazione dell'olio di oliva

La vista: un importante elemento di valutazione dell’olio di oliva

Ognuno di noi ha un proprio metro per giudicare alla vista un alimento che può limitare il presupposto di oggettività dell’assaggio stesso. Oltre al colore anche la brillantezza e la lucentezza di un olio possono fornirci interessanti informazioni visive. Continua a leggere

Il tatto, l'untuosità, la consistenza e i componenti di un olio e le caratteristiche organolettiche

Il tatto, i componenti di un olio e le caratteristiche organolettiche

Il colore, l’odore e il sapore rappresentano gli elementi che determinano le caratteristiche organolettiche di un olio. Ma cosa comunica l’untuosità e la consistenza di un olio di oliva?

Continua a leggere

Quando il livello dei trigliceridi è indice di buona qualità dell'olio?

Quando il livello dei trigliceridi è indice di buona qualità dell’olio?

L’olio di oliva è considerato, fra i grassi, l’alimento base della dieta mediterranea, facilmente assimilabile dall’uomo grazie alla sua affinità compositiva con il grasso umano. Partendo dalla composizione chimica dell’olio, quando la componente gliceridica può essere considerata indice di buona qualità?

Continua a leggere

olio extravergine pugliese per la ristorazione

L’extra vergine nell’alta cucina: un matrimonio possibile?

La sensibilità degli Italiani a tavola è cresciuta negli ultimi anni privilegiando sempre più alimenti sani e qualitativamente migliori. Il patrimonio enogastronomico del nostro Paese offre sotto questo profilo un’ampia varietà di prodotti tra cui spicca, per tradizione secolare, l’olio extra vergine d’oliva: elemento principe della dieta mediterranea.

Continua a leggere

consumatori alla ricerca della qualità dell'olio di oliva

La qualità dell’olio extravergine: i consumatori vogliono questo!

L’olio d’oliva è uno dei nostri prodotti più rappresentativi. L’Italia, infatti, oltre a figurare tra i principali produttori ed esportatori, è il primo paese al mondo consumatore importatore di olio di oliva. Oggi i consumatori italiani sono diventati sempre più esigenti e alla continua ricerca della qualità. Ma vediamo da cosa dipende la qualità.

Continua a leggere

Analisi sensoriale olio

L’analisi sensoriale e la qualità alimentare degli oli di oliva

L’analisi sensoriale valuta le caratteristiche di un prodotto alimentare che interagiscono con i nostri organi di senso e, per ognuna di queste, individua particolari descrittori che la indentifichino e quantifichino.

Continua a leggere

come filtrare l'olio di oliva in casa

Come filtrare in casa l’olio di oliva?

L’olio extravergine di oliva è un prodotto di qualità, ma quando viene comprato al supermercato, in bottiglia, vi è sempre il rischio di avere delle miscele di dubbia provenienza. Ecco perché sempre più persone decidono di comprare olio extravergine di oliva direttamente al frantoio o dal produttore. Il prodotto comprato in autunno è appena prodotto, proprio per questo dopo un po’ può presentarsi della posa nell’olio di oliva. Di seguito i consigli per filtrarlo.

Continua a leggere

come conservare l'olio nuov appena spremuto

Come conservare l’olio appena spremuto?

Chi ama l’olio di oliva e vuole un prodotto di prima qualità sa che la conservazione è molto importante per evitare che il prodotto possa perdere le sue qualità organolettiche. Ecco come conservare l’olio appena spremuto.

Continua a leggere

contraffazioni olio 2016

Il 2016 è stato l’anno delle contraffazioni dell’olio. Ecco perchè!

I prezzi dell’olio nel 2016 sono alle stelle e i rivenditori non sono in grado di soddisfare un mercato “abituato” ai 4-5€/litro. Il 2016 sarà quindi l’anno delle contraffazioni, con danni all’economia dell’olio, ai produttori onesti e agli ignari acquirenti che credono di aver fatto l’affare dell’anno.

Continua a leggere