Il fenomeno delle frodi sull’olio extra vergine

le frodi più comuni sull'olio extra vergine

Con un gioco di prestigio, passando sotto vuoto a temperatura modesta, oli difettosi (lampantini) vengono deodorati così che sentori sgradevoli di morchia o di muffa spariscono.

Pubblicazioni istituzionali, a seguito di controlli ispettivi nel settore oleario, riportano dati poco confortanti: il 15% delle aziende visitate non è risultato in regola.

Le infrazioni più comuni sull’ olio extra vergine di oliva

Esistono almeni 2 tipi di infrazione più diffuse:

  1. Oli a composizione anomala derivante dall’applicazione di trattamenti non consentiti
  2. Oli di oliva sostituiti o miscelati con oli di semi

Certo, i mangimi alla diossina e la carne agli ormomi sono ben più inquietanti degli oli contraffatti, ma se è vero che l’extravergine è una delle glorie gastronomiche nazionali, una seria tutela della sua qualità non è mediabile.

Più grave è il fenomeno delle frodi dell’ olio di oliva. Sofisticazione classica nel settore dell’ olio di oliva è l’olio di semicolorato con la clorofilla e insaporito con il benacarotene; un’ altro esempio lo abbiamo dall’aggiunta fraudolenta di olio di semi di girasole geneticamente modificato per ottenere una maggiore somiglianza con l’ olio di oliva. Nel gruppo degli ingrendienti preferiti per contraffare rientrano pure l’olio di palma trifrazionato, l’olio di sansa manipolato per ostacolarne l’individuazione analitica, l’olio di vinacciolo e perfino quello di nocciola importato apposta dalla Turchia.

Con un altro gioco di prestigio, passando sotto vuoto a temperatura modesta oli difettosi (lampantini), li si deodora, così che sentori sgradevoli di morchia o di muffa spariscono.

 

Vuoi sentire il profumo dell'olio fresco appena franto?

Per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.
Olio Cristofaro: presente nella guida internazionale FLOS OLEI 2018. Classificato come uno dei migliori extravergine nel mondo

Altri articoli che ti potrebbero interessare

I flavor: caratteristiche sensoriali determinate dal tipo di cultivar I flavor identificano l'impressione sensoriale dell'olio di oliva, determinato principalmente dai sensi chimici del gusto e dell'olfatto. Vediamo i va...
Quali sono le caratteristiche dell’olio fruttato di prima spremitura? L'Olio extravergine di oliva, in particolare quello pugliese della zona di Foggia, è un prodotto ricco di proprietà davvero molto interessanti, che co...
Come leggere la qualità dell’olio extra vergine di oliva? L'esame dell'etichetta e della documentazione che accompagna la bottiglia appena acquistata fornisce le prime indicazioni sulla serietà del produttore...
Olio nuovo: ingrediente principale per piatti e ricette prelibate L'autunno è una stagione in cui la natura regala molti prodotti alimentari tipici della dieta mediterranea, tra questi un posto di pregio occupa l'oli...
Il vocabolario dell’olio extra vergine di oliva Conoscere a fondo il corretto vocabolario dell'assaggio dell'olio d'oliva è il primo dovere di qualsiasi assaggiatore. Per familiarizzare con la termi...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.