le frodi più comuni sull'olio extra vergine

Il fenomeno delle frodi sull’olio extra vergine

Con un gioco di prestigio, passando sotto vuoto a temperatura modesta, oli difettosi (lampantini) vengono deodorati così che sentori sgradevoli di morchia o di muffa spariscono.

Vuoi sentire il profumo dell'olio fresco appena franto? Lo riceverai 24-48 ore dopo la spremitura in frantoio. Introvabile!

Pubblicazioni istituzionali, a seguito di controlli ispettivi nel settore oleario, riportano dati poco confortanti: il 15% delle aziende visitate non è risultato in regola.

Le infrazioni più comuni sull’ olio extra vergine di oliva

Esistono almeni 2 tipi di infrazione più diffuse:

  1. Oli a composizione anomala derivante dall’applicazione di trattamenti non consentiti
  2. Oli di oliva sostituiti o miscelati con oli di semi

Certo, i mangimi alla diossina e la carne agli ormomi sono ben più inquietanti degli oli contraffatti, ma se è vero che l’extravergine è una delle glorie gastronomiche nazionali, una seria tutela della sua qualità non è mediabile.

Più grave è il fenomeno delle frodi dell’ olio di oliva. Sofisticazione classica nel settore dell’ olio di oliva è l’olio di semicolorato con la clorofilla e insaporito con il benacarotene; un’ altro esempio lo abbiamo dall’aggiunta fraudolenta di olio di semi di girasole geneticamente modificato per ottenere una maggiore somiglianza con l’ olio di oliva. Nel gruppo degli ingrendienti preferiti per contraffare rientrano pure l’olio di palma trifrazionato, l’olio di sansa manipolato per ostacolarne l’individuazione analitica, l’olio di vinacciolo e perfino quello di nocciola importato apposta dalla Turchia.

Con un altro gioco di prestigio, passando sotto vuoto a temperatura modesta oli difettosi (lampantini), li si deodora, così che sentori sgradevoli di morchia o di muffa spariscono.

 

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Perché acquistare olio extra vergine in frantoio? Ultimamente sta diventando una consuetudine sempre più condivisa acquistare l'olio di oliva direttamente in frantoio, sia da parte di chi ha mantenuto...
Tecnica di assaggio dell’olio di oliva: dall’esame olfattivo a quello gustativ... La degustazione dell'olio è una vera arte e come tale non può essere improvvisata. Ecco 2 semplici esami da eseguire per assaggiare e valutare la qual...
Olio Extravergine Pugliese: l’oro italiano Una giusta nota di amarezza e piccantezza, un odore fruttato, un sapore delicato, sono gli ingredienti fondamentali delle olive del Gargano. La Pug...
Olio extra vergine di oliva italiano: ecco come verificare la sua origine L'Olio Extra Vergine d'Oliva è indubbiamente uno degli alimenti più pregiati ed amati della tradizione italiana, nonché uno degli ingredienti più util...
Quali sono le caratteristiche dell’olio fruttato di prima spremitura? L'Olio extravergine di oliva, in particolare quello pugliese della zona di Foggia, è un prodotto ricco di proprietà davvero molto interessanti, che co...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *