Stai acquistando olio extra vergine a meno di 9€ al litro? Allora non è vero olio!

prezzo olio di oliva 2016

Il 2016 è un anno molto particolare. Chi non è del settore fatica a comprendere i motivi per cui un vero olio extra vergine non può costare meno di 9€/litro (se non di più!). Proviamo a spiegarlo in questo articolo.

Per spiegarti perchè il prezzo finale non può essere inferiore ad almeno 9€/litro, devi conoscere quali sono le componenti che contribuiscono alla determinazione del prezzo.

La prima prima cosa che devi sapere è che il 2016 è un anno da dimenticare: l’infestazione da mosca olearia e le condizioni climatiche piovose hanno determinato una resa BASSISSIMA di 10 litri a quintale. Questo rappresenta la componente principale che ha determinato la lievitazione dei prezzi di olio al litro.

Partendo dal presupposto che si tratti di un olio 100% italiano e certificato extra vergine, vediamo le varie componenti che incidono sul prezzo.

Costo della materia prima

Il costo della materia prima viene calcolato dividendo il costo medio delle olive a quintale / resa  al quintale.  Sapendo che il costo medio delle olive a quintale è di circa 25€ e la resa nel 2016 è di 10 litri a quintale:

costo materia prima = 25 / 10 = 2,5€

Costo medio della raccolta olive e trasporto

Al costo della materia prima dobbiamo aggiungere il costo della reccolta che è di 15€ al quintale. Con una resa di 10 litri a quintale:

costo raccolta = 15 / 10 = 1,5€

Costo della molitura

Una volta giunti in frantoio, le olive devono essere molite per la produzione di olio. Il costo della molitura è di 12€ a quintale. Anche qui, con una resa di 10 litri a quintale:

costo molitura = 12 / 10 = 1,2€

Costo del confezionamento

Supponiamo di confezionare l’olio in lattine da 5 litri. Il costo di confezionamento per lattina è di 2€.  Sapendo che con 1 quintale produco 10 litri di olio, il confezionamento per 1 quintale costa:

costo confezionamento = nr 2 lattine confezionate x 2€ = 4

Determinazione del prezzo di 1 litro di olio

Quindi il conto è ben fatto, basta sommare tutte le componenti che incidono sul prezzo per litro di olio:

prezzo 1 litro olio = costo materia prima + costo raccolta + costo molitura + costo confezionamento = 9,2€ al litro

 

Vuoi sentire il profumo dell'olio fresco appena franto?

Per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.
Olio Cristofaro: presente nella guida internazionale FLOS OLEI 2018. Classificato come uno dei migliori extravergine nel mondo

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Vendere Olio Extra Vergine d’oliva? Bisogna saper trasmettere fiducia! Siamo invasi da continue frodi online e offline. Per chi produce e vende Olio Extra Vergine d'Oliva comincia a essere un mestiere davvero difficile. M...
Olio extravergine d’oliva di frantoio: qual è il giusto prezzo? I recenti scandali riportati dalla cronaca, fanno capire come occorre prestare la massima attenzione nella scelta del proprio olio extravergine di oli...
Le tante “qualità” dell’olio extra vergine di oliva Quando si parla di qualità degli oli extra vergine di oliva è noto ormai a tutti che si intende far riferimento ad una serie di aspetti diversi e più ...
Il fenomeno delle frodi sull’olio extra vergine Con un gioco di prestigio, passando sotto vuoto a temperatura modesta, oli difettosi (lampantini) vengono deodorati così che sentori sgradevoli di mor...
Qual è il grado di acidità dell’olio pugliese? Proprio per la sua grande richiesta nazionale ed internazionale, oltre che per la sua indiscutibile bontà al palato, l'olio pugliese viene considerato...
1 commento
  1. Giacomo
    Giacomo dice:

    Quest’quest’anno nella nostra azienda (familiare) per produrre un litro di olio extravergine d’ oliva ci vogliono 11 kg di olive .considerando che i nostri alberi vanno in produzione ogni due anni considerando il costo delle olive per kg il costo del mancino per kg imbottigliamento ,per avere un guadagno un Po soddisfacente penso che il prezzo dell’ olio originale extravergine d’ oliva non dovrebbe vendersi al disotto degli 11 euro al litro .

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *