L’alimentazione secondo il Metodo Kousmine: dove collocare l’Olio Evo?

La causa principale degli squilibri del nostro organismo riguarda gli errori alimentari. Il metodo Kousmine si occupa proprio di questo aspetto, cura patologie legate al mal funzionamento del sistema immunitario. Ma in molti potrebbero chiederci: come è stato ideato? Quali sono gli effetti sulla salute? Beh, scendiamo nel dettaglio e scopriamo di cosa si tratta!

Il Metodo Kousmine: l’alimentazione è la base da cui partire per una buona salute

Qualcosa su cui riflettiamo molto poco ma che invece è prezioso e meritevole, è che le sostanze che assumiamo durante il corso della nostra vita e di conseguenza sulla nostra salute, non sono le medicine ma sono gli alimenti.
Ebbene sì, è proprio quello di cui ci nutriamo che spesso provoca in noi malesseri che vanno anche oltre la regolamentazione del peso corporeo.

Ed è proprio questo il concetto basilare del metodo Kousmine. Un metodo che deve il suo nome alla ricercatrice svizzera Catherine Kousmine. Secondo la dottoressa, le malattie non sono un evento distinto dallo stile di vita e dalle abitudini alimentari di chi è malato.
La dottoressa Kousmine si laureò in pediatria nel 1934. Iniziò i suoi studi in materia quando restò colpita nel profondo dalla morte di due piccoli pazienti per tumore, ricordiamo che all’epoca il tumore era un evento insolito. Ed è da qui che la dottoressa decide di iniziare i suoi studi per risalire alle cause della malattia.

Fece in modo di procurarsi dei topi da laboratorio e predisposti ad ammalarsi di cancro. Li nutrì con torsoli di cavoli, pane vecchio e bucce di patate e nonostante questo cibo “scadente” i topi stavano piuttosto bene.
Incredula, decise di farsi mandare altri topi ma anche questa volta il risultato era ottimale.
La conclusione a cui arrivò fu che la salvezza di questi animali era legata al cibo, cibo che in quell’epoca iniziava a cambiare.
Si diffondeva rapidamente la raffinazione degli alimenti (farina, zucchero, olio) e la rapidità di malattie digestive e di sedentarietà cresceva sempre di più.
Tumori, patologie svariate, allergie, intolleranze, disturbi gastrici.
Fu proprio Johanna Budwig, chimica tedesca candidata più volte l Nobel, a denunciare la nocività degli oli ottenuti da solventi.

Fu grazie alla sua devozione e al suo assiduo lavoro che creò le basi per il Metodo ideato da lei stessa: i 5 pilastri attui a prevenire le malattie, da quelle più banali a quelle più gravi.
È un metodo che si è rivelato efficace nel migliorare le risposte del sistema immunitario così da prevenire e combattere malattie autoimmuni o legate a squilibri dell’organismo.

L’alimentazione è quindi vista come terapia-chiave per ristabilire la salute e l’equilibrio dell’organismo minacciati da sostanze tossiche ed inquinanti e da carenze alimentari presenti nel mondo moderno.
È un metodo naturale, fondato da 4 pilastri:

  1. Primo: alimentazione equilibrata
  2. Secondo: controllo acidità
  3. Terzo: igiene intestinale
  4. Quarto: integratori alimentari
  5. Quinto: vaccini

Primo pilastro: alimentazione equilibrata

Un’alimentazione sana ed equilibrata è costituita da :

  • Cereali completi
  • Oli spremuto a freddo ricchi di acidi grassi saturi tanto da compensare carenze croniche a livello di vitamine del gruppo B, della Vitamina F e degli Oligo-elementi

È provato, scientificamente, che un’alimentazione ricca di grassi saturi provoca steatorrea che a lungo andare potrebbe porta alla fuga di vitamina B12 e di calcio. Un’alimentazione troppo ricca di zucchero e di proteine animali, al tempo stesso, altera la normale flora intestinale tanto da favorire lo sviluppo di una flora in stato di putrefazione che aggredisce l’organismo liberando le tossine che contiene.

Secondo pilastro: controllo acidità

Riguarda la regolazione dell’equilibrio Acido/Base. Una dieta poco adatta per il nostro organismo e protratta nel tempo, con l’aggiunta di carenze di vitamine ed Oligo-elementi, porta ad un’acidificazione dell’organismo.
Questo, blocca le catene del catabolismo che ne determina la fragilità dell’organismo stesso provocando affaticamento cronico, sensibilità maggiore alle infezioni e un inasprimento dei fenomeni dolorosi.

Correggere l’acidificazione dei tessuti è possibile grazie all’assunzione giornaliera di citrati alcalini.

Terzo pilastro: igiene intestinale

La regolarità intestinale è alla base di ogni cosa. Stipsi o stitichezza sono i nemici principali del nostro intestino e di conseguenza di tutto lo stato di saluto del nostro organismo. L’irregolarità dell’intestino porta a svariate malattie e per evitare l’uso di purganti è possibile usare:

  • Verdure e cereali integrali
  • Bere abbastanza acqua (almeno 1 litro e mezzo)
  • Fare attività fisica
  • Abituarsi ad essere regolari nella quotidianità

Quarto pilastro: integratori alimentari

Dieta basata su una complementarietà di

  • Omega 3
  • Omega 6
  • Omega 9
  • Vitamina E
  • Vitamina C
  • Complesso B
  • Vitamina A
  • Oligoelementi

Vitamine, polifenoli ed oligoelementi hanno un ruolo fondamentale per il buon funzionamento dell’organismo: elementi fondamentali contenuti anche nell’Olio Extravergine di Oliva.

Quinto pilastro: Vaccini

Rafforzano il sistema immunitario debilitato.

Ecco quale può essere il menù per tutti i giorni

COLAZIONE

  • Crema budwig (semi di lino e altri semi oleosi, banana, miele, frutto di stagione, suzzo di mezzo limone, cereali integrali, yogurt biologico o tofu o ricotta magra). È una crema ricca di zuccheri a lento assorbimento, antiossidanti, minerali, vitamine, grassi ricchi di omega3

SPUNTINI

  • Frutto fresco
  • Cioccolato fondente (piccola quantità, cioccolato minimi 80% cacao)
  • Pane integrale con crema di mandorle non zuccherata
  • Verdura cruda con salsa tahin
  • Latte di soia

PRANZO E CENA

  • Verdure crude
  • Verdure cotte
  • Cereale integrale o pane o pasta preparata con farine integrali macinate
  • Proteine (uova, ricotta, pesce azzurro) per il pranzo / proteine vegetali (legumi o tofu) per la cena

L’olio extravergine di oliva è il condimento principale e va assunto prevalentemente a crudo evitando soffritti.

Qualche ricetta per una giornata 100% Kousmine

Colazione con Crema Budwig

Ingredienti 4 persone

  • 2 albicocche secche
  • 1 pera
  • Mezza banana
  • Succo mezzo limone
  • 2 cucchiai colmi di cannellini lessi
  • 1 cucchiaio di grano
  • 1 cucchiaio e mezzo di semi di lino
  • 7 nocciole
  • Cannella

Procedimento

  1. Tagliare a pezzetti la frutta
  2. Macinate il grano saraceno e i semi di lino
  3. Inumidite con il limone e mescolate il tutto con le nocciole spezzettate, i fagioli frullati e la cannella spolverizzata

Pranzo: cavolfiore arrosto

Ingredienti per 4 persone

  • 1 cavolfiore
  • 150gr di yogurt di soia
  • 1 cucchiaio di paprica
  • 1 cucchiaino di timo
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaio di senape
  • 1 cucchiaio di miso
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 pizzico di sale

Procedimento

  1. Eliminare foglie e torsolo del cavolfiore e dividerlo in 6 parti
  2. Lavarlo e appoggiarlo su una teglia ricoperta da carta forno
  3. Spennellarlo con un mix di yogurt di soia, paprica, senape, timo, aglio, miso sciolto in acqua e sale
  4. Infornare il tutto a 180° per circa 30 minuti
  5. Conditelo con olio extravergine di oliva

Cena: Ragù di tempeh

Ingredienti per 4 persone

  • 400gr di tempeh (simile al tofu, contiene proteine)
  • 125ml di brodo vegetale
  • 400gr di passata di pomodoro
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • 1 rametto di rosmarino
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Sale e peperoncino

Procedimento

  1. Tritate il tempeh e a fiamma media, rigiratelo nella salsa di soia
  2. Bagnarlo con del brodo vegetale e far assorbire tutto il liquido
  3. Tritare cipolla, sedano, carote, rosmarino e lasciarli appassire con dell’acqua
  4. Unire il tempeh, la passata, sale e peperoncino e cuocere il tutto a fuoco dolce per 20-25 minuti
  5. Condire con olio extravergine di oliva e servire

Ecco una buona panoramica su ciò che è il Metodo Kousmine. Ad oggi la dimostrazione che questa dieta possa prevenire il sovrappeso, l’obesità, il diabete, malattie cardiovascolari, e altro ancora è avvalorata da tutti quelli che l’hanno assunta.

Non fa parte della medicina alternativa perché si basa su studi e ricerche cliniche condotte dalla dottoressa Kousmine e da tutti i successi scaturiti, seguendo l’ideologia delle medicine orientali.
Non avvengono guarigioni! È un metodo che previene e che frena la progressione della patologia così da permettere una vita normale e senza abbandonare le cure mediche necessarie!

Sei a conoscenza di questa concezione dell’alimentazione? Esprimi un tuo parere!

A cura di Anna Angeloro.
Appassionata di scrittura, laureata in lettere e beni culturali.

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Olio Extravergine di Oliva per curare le ragadi al seno Allattare al seno è il gesto più bello e naturale che possa esistere. Purtroppo, però, spesso è molto doloroso a causa di uno sbagliato attaccamento d...
Cos’è l’acido oleico dell’olio extravergine di oliva? L’olio di oliva, consumato fin dal 4000 a. C, dalle popolazioni mediterranee come cibo, come farmaco e come cosmetico, è stato oggetto di numerosi st...
Quali sono le differenze tra olio di cocco e olio di oliva? La parola di un esperto Negli ultimi tempi l'olio di cocco è sempre più presente in moltissimi ambiti dell anostra vita: dalla tavola alla cosmesi, al fitness. Moltissimi sem...
Olio di Oliva per la prevenzione delle malattie gastrointestinali Se è vero che tra i fattori di rischio del tumore a livello gastrico rientrano fattori puramente genetici, è anche vero che possono essere determinant...
Olio DOP e IGP: cosa sono? In Italia vengono commercializzate, ogni anno, tonnellate di olio di qualità eccellente, migliaia i produttori a cui viene riconosciuto il lavoro, ges...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *