Pettole pugliesi: prepariamoci ad un Natale tradizionale e goloso

Le pettole, o pittule, pugliesi sono un piatto della tradizione pugliese preparate durante il periodo natalizio. Profumano le strade di tutte le città e prepararle è davvero semplicissimo grazie ai prodotti genuini che la nostra terra ci offre e ci dona ogni giorno. Vediamo come realizzarle.

Pettole o pittule pugliesi: una golosità tutta pugliese

Natale è ormai alle porte e uno dei piaceri più grandi, sia per grandi che per i più piccini, è quello di realizzare un maestoso albero di Natale, di abbellire la casa con luci e festoni ed installare in un angolo della casa un presepio.
Questa è la vera tradizione natalizia, ma non solo. Noi pugliesi siamo attaccati ad un altro tipo di tradizione, forse a più importante, che è quella culinaria.

Natale, per noi, è mettersi ai fornelli e dilettarsi con le specialità culinarie tipiche di questa festa. E sulle nostre tavole non possono mancare le pettole.
Pettole, che prendono anche il nome nel foggiano di “pizze fritte” ma che essenzialmente vengono realizzate con gli stessi ingredienti tanto da sprigionare anche lo stesso profumo che inonda case e strade.
A Lecce vengono preparate il giorno della festa di San Martino, l’11 novembre. A Taranto il giorno di Santa Cecilia, il 22 novembre. A Brindisi il giorno dell’Immacolata e a Foggia e in tutta la restante Puglia a Natale.

È per noi tradizione, il giorno della vigilia di natale passare ore e ore a friggere queste delizie gastronomiche e mangiarle calde tra un bicchiere di vino in una mano e un regalo nell’altra.

Sappiamo che qualsiasi cosa fritta è un vero peccato di gola e che dobbiamo stare attenti a quale olio usare per gustare un prodotto non solo ottimo per il nostro palato ma genuino per preservare il nostro benessere. Ecco perché l’Olio Extravergine di Oliva è quello migliore per friggere le pettole di Natale.
Vediamo come realizzarle.

Pettole di Natale con Olio di Oliva

Ingredienti

  • 1kg di Farina 00
  • 20gr di sale grosso da cucina
  • 25gr di lievito di birra
  • 450gr di acqua
  • 1 litro di Olio Evo

Procedimento

  1. Setacciare all’interno di una ciotola abbastanza capiente la farina Creare un incavo al centro così da aggiungere il lievito e una piccola parte di acqua che servirà per farlo sciogliere
  2. Iniziare a mescolare aggiungendo al composto l’acqua in piccole porzioni
  3. Il composto deve essere lavorato con le mani
  4. Aggiungere il sale ed impastare con più energia tanto da ottenere un impasto liscio, morbido e appiccicoso
  5. La lavorazione è di circa 15 minuti
  6. È necessario ricoprire la ciotola con della pellicola per alimenti e lasciar lievitare l’impasto fin quando non è raddoppiato di volume
  7. In un pentola, adatta alla frittura, versare l’olio di oliva e portarlo a temperatura
  8. Prelevare un cucchiaio d’impasto e lasciarlo ricadere all’interno della pentola contente olio
  9. Friggere le pettole fino a che non diventano dorate in modo uniforme
  10. Scolarle e farle asciugare su della carta assorbente

È possibile arricchire l’impasto delle pettole con pomodori, olive, capperi, acciughe o renderle dolci cospargendole di zucchero subito dopo la cottura

Realizza anche tu le pettole natalizie e gustale sia dolci che salate. Raccontaci la tua esperienza!

A cura di Anna Angeloro.
Appassionata di scrittura, laureata in lettere e beni culturali.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *