Vuoi preparare la piadina? Ecco la ricetta all’olio di oliva!

ricetta per preparare la piadina con olio di oliva

La piadina con olio di oliva, una pietanza originaria dell’Emilia Romagna, è un piatto che può essere tranquillamente realizzato in casa propria, basta solo avere qualche semplice ingrediente ed eventualmente preparare un qualcosa (salsa, sughi, formaggi o farciture personalizzate) con le quali accompagnarle.

 

Un esempio di come vengono accompagnate le piadine in Emilia Romagna, è quello di servirle assieme a una fonduta di formaggio, il cui sapore è molto morbido, leggero e ben si accompagna con il sapore del lievito e la leggerezza delle piadine.

Ingredienti

Per quanto riguarda gli ingredienti, per preparare le piadine con olio evo occorre:

  • farina 00 (500 gr)
  • lievito di birra (12 gr)
  • acqua tiepida (200 ml)
  • un pizzico di sale fino
  • olio extravergine di oliva (50 gr).

Preparazione

Come prima cosa si scioglie il lievito in un bicchiere di acqua tiepida. all’interno della ciotola della planetaria si aggiunge la farina, l’olio extravergine di oliva, un pizzico di sale e con il gancio a foglia s’inizia a mescolare. Poi si aggiunge il lievito disciolto in 200 ml acqua a filo d’olio. Dopo aver versato e amalgamato tutta l’acqua inserita, si cambia il gancio a foglia con quello impastatore e si procede con la miscelazione a bassa velocità per circa dieci minuti. Se non si possiede una planetaria, l’impasto può essere realizzato anche a mano. Si dispone la farina a fontana sulla spianatoia, si fa un piccolo foro al centro e si aggiunge l’olio, il pizzico di sale e 100 ml di acqua senza lievito. Si mescola in modo tale da evitare che i liquidi fuoriescano dalla fontana, e si continua a versare la restante acqua (questa volta con il lievito) e s’impasta per bene fino a quando non si ottiene un impasto elastico e liscio che viene ridotto a una palla.

A questo punto si procede con la lievitazione: si lascia lievitare l’impasto in un luogo riparato da correnti e non umido (solitamente si utilizza la cavità di un forno spento con la luce interna accesa per accelerarne il processo). Dopo circa un’ora l’impasto raddoppia il suo volume, lo si divide in piccole palline da circa 120 grammi ognuna. Successivamente si stendono le pagnottelle con un mattarello infarinato. A questo punto, aiutandosi con il coperchio di una pentola, s’incidono i bordi per dare all’impasto la forma di una piadina. Si uniscono tutti i ritagli per creare un’altra piadina che viene tagliata seguendo lo stesso procedimento.

Fatto questo, si procede con la cottura. Disporre singolarmente le piadine all’interno di una padella antiaderente posta sul fornello acceso e si lascia cuocere per circa un minuto e mezzo (ogni lato). Prima di mettere la piadina sul fuoco, bisogna pungerla con i denti di una forchetta per evitare che l’impasto si restringa. Una volta cotte tutte le piadine con olio evo, possono essere servite così, oppure accompagnate con una farcitura personalizzata, con salse o sughi, secondo le portate che vanno a creare le portate per il pranzo o la cena, prendendo in considerazione anche i gusti personali e dei propri commensali.

E tu hai mai preparato la piadina romagnola con olio di oliva?

A cura della redazione di Olio Cristofaro

 

Vuoi sentire il profumo dell'olio fresco appena franto?

Per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.
Olio Cristofaro: presente nella guida internazionale FLOS OLEI 2018. Classificato come uno dei migliori extravergine nel mondo

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Come preparare gli olii aromatici con olio extra vergine Presente sul mercato in tempi recenti, pur avendo una nascita storica e rappresentando ancora una nicchia di prodotto, costituisce una proposta tecnic...
Vuoi preparare e conservare le olive schiacciate? Le olive schiacciate sono una vera prelibatezza, facilissime da realizzare e da gustare ogni volta che vuoi grazie alla lunga conservazione. Scopri c...
Qual’è il miglior olio per friggere? L'olio extravergine è in grado di conferire un gusto più ricco e saporito alle nostre fritture, donando alle nostre ricette una marcia in più. Ma qu...
Cosa è il punto di fumo dell’olio? Il punto di fumo indica il grado di temperatura in cui il grasso contenuto negli alimenti inizia a decomporsi. Per questo motivo è importante capire c...
Limolivo: l’amaro ottenuto dall’infusione delle foglie di ulivo Questo liquore è uno dei pochi  amari non prodotto da  erbe ma dall'infusione delle foglie di ulivo unitamente alla infusione delle bucce di arancia e...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.