acquistare online olio extra vergine pugliese: consigli e accorgimenti

Acquistare il vero olio extra vergine pugliese online? Ecco alcuni accorgimenti!

Oggi acquistare online è diventata una operazione semplice e alla portata di tutti. Non sempre però tutti i prodotti sono semplici da acquistare su Internet, un esempio è dato l’olio extra vergine. Quando c’è da fidarsi? Quali sono gli accorgimenti da seguire?

Il commercio online dell’olio extra vergine di oliva

Il commercio online ha mostrato negli ultimi anni un’enorme impennata rispetto alla vendita tradizionale, soprattutto grazie alle particolari offerte che sono facilmente reperibili in rete.
Anche il campo gastronomico ha registrato un incremento di vendite e il mercato oleario è tra i primi beneficiari.

Tuttavia, molti sono i dubbi che i consumatori ancora hanno a riguardo e la domanda che più spesso si pongono sono: quanto ci può fidare ad acquistare online olio extravergine? In particoalre ci riferiamo ad uno degli oli extra vergine più rinomati a livello nazionale e internazionale: l’olio extra vergine pugliese. 

In realtà, la vendita virtuale dell’olio extravergine potrebbe rappresentare un vantaggio sotto molti punti di vista: in primo luogo, si può avere un lieve risparmio sul prezzo, che in caso di extravergine di oliva è sempre alto, in quanto la filiera di produzione manca della rivendita al dettaglio, risparmiando cosi cifre considerevoli; inoltre, anche la qualità dell’olio viene garantita. Infatti, online possono essere trovati marchi che non sono reperibili nella grande distribuzione, trattandosi di piccole produzioni agricole. In genere, sono proprio questi frantoi artigianali a essere preferibili nella scelta dell’olio, perché offrono maggiori garanzie di qualità. Essendo, infatti, la raccolta e la lavorazione delle olive a carattere stagionale, può capitare che i grandi marchi, per assicurare un’ingente distribuzione, tendano a far arrivare le olive anche da Paese esteri, non garantendo cosi una produzione al 100% italiana. I piccoli produttori, invece, non avendo i mezzi per questo genere di traffico, offrono un olio che è completamente nostrano.

Come scegliere l’olio extravergine di oliva online

Nonostante gli indubbi vantaggi che la vendita online offre, occorre in ogni caso stare attenti nella scelta. Quali sono, quindi, gli accorgimenti da seguire per acquistare un olio extravergine di qualità?

Quando si deve scegliere la tipologia di olio da un sito, è obbligatoria la scheda tecnica dello stesso, dove sono riportate tutte le sue caratteristiche organolettiche e le modalità di produzione. Occorre, inoltre, fare attenzione alle denominazioni. In campo oleario, le principali sono quella DOP (Denominazione di Origine Protetta) e IGP (Indicazione Geografica Protetta). Queste etichette sono un indicatore di alta qualità perché vengono rilasciate direttamente dal Ministero delle Politiche Agricole.

Altra caratteristica di cui tenere conto nella scelta dell’olio è il modo in cui esso è stato lavorato. Esistono infatti, due tipi di frantoio: quello a freddo e quello a caldo. Il primo assicura un’alta qualità, grazie ai passaggi di molitura e centrifugazione, successivi alla raccolta, che avvengono a temperature inferiori ai 27 gradi, in modo da non andare ad alterare le proprietà organolettiche dell’olio. Il frantoio a caldo, invece, prevede l’aggiunta di fonti di calore durante le fasi produttive, le quali sono responsabili di un aumento della quantità di olio estratto ma a discapito della sua qualità. Il calore, infatti, va ad alterare le molecole chimiche responsabili del colore e del sapore.

L‘etichetta della confezione di olio sul sito, inoltre, dovrebbe riportare anche dopo quanto tempo dalla raccolta sono state lavorate le olive. In genere, per avere una migliore resa non dovrebbero essere fatti passare oltre i due giorni dalla raccolta.

Vuoi sentire a tavola il profumo dell'uliveto?

OLIO CRISTOFARO

Olio 100% italiano, prodotto in Puglia da spremitura a freddo
Confezionato direttamente in frantoio per mantenere tutte le proprietà dell'olio appena franto e per sentire il profumo dell'uliveto. Dal frantoio alla tua tavola!
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *