Olio di Oliva, condimento leggero: ecco perché sceglierlo!

L’Olio extravergine di oliva è un condimento tipico della tradizione gastronomica italiana. È presente ogni giorno sulle nostre tavole. Condimento light ma senza rinunciare al gusto. Un filo di olio extravergine di oliva e non si sbaglia mai!
Mangia sano. Degusta l'Olio Nuovo 2018 direttamente dal Frantoio

ACQUISTA ORA

Olio prodotto in Puglia da Spremitura a Freddo. 100% Italiano.
Confezionato in frantoio. Per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.

L’Olio extravergine di oliva è un condimento tipico della tradizione gastronomica italiana. È presente ogni giorno sulle nostre tavole. Condimento light ma senza rinunciare al gusto. Un filo di olio extravergine di oliva e non si sbaglia mai!

Prediligere l’Olio extravergine di Oliva

L’olio extravergine è la miglior tipologia di olio ed è quello che contiene il minor grado di acidità più basso; non deve superare lo 0.8%.
La sua lavorazione avviene in modo da non alterare le condizioni termiche che potrebbero causare alterazioni di qualsiasi tipo nell’olio di oliva.
È estratto dalla semplice spremitura delle olive ed è quello più consigliato grazie ai suoi numerosi benefici:

  • Abbassa i livelli del colesterolo “cattivo”
  • Ha potenti proprietà antiossidanti
  • Protegge da malattie cronico-degenerative dei tumori
  • Previene l’insorgere di patologie legate alla vista
  • Rallenta l’invecchiamento della pelle e protegge i capelli
  • È caratterizzato da un perfetto connubio tra Omega-3, Omega-6 e Omega-9
  • Combatte il diabete e protegge il fegato
  • Riduce il rischio di cancro al seno
  • Aumenta il senso di sazietà

Il suo valore calorico è pari a circa 900 calorie per 100 grammi (un cucchiaio di olio di oliva equivale a circa 10/14 grammi).

Quale condimento migliore per la nostra dieta?

È il condimento perfetto per la nostra cucina. È il principe della dieta mediterranea con proprietà nutritive e curative. Ecco perché lo troviamo come ingrediente principale di molte ricette che vanno da semplici primi, da secondi o anche da insalate.
L’Italia è uno dei primi produttori mondiali di olio extravergine di oliva.
È ricco di polifenoli, ottimi antiossidanti, fondamentali nella lotta alla formazione di radicali liberi, per rallentare l’invecchiamento cellulare e rafforzare il sistema immunitario.

Ma come assumerlo? Crudo o cotto? Quali sono le giuste quantità? Ovviamente per una dieta sana ed equilibrata, non vanno superati i tre cucchiai al giorno di olio di oliva.
L’olio di oliva non è un farmaco e per questo non vanno superate le dosi consigliate e il suo consumo eccessivo può danneggiare il nostro organismo soggetto ad un innalzamento del colesterolo.
Può essere consumato crudo o nei cibi cucinati. Il connubio ideale tra resistenza al calore e contenuto di antiossidanti lo rende ottimo anche per la cottura.

Particolarità nutritive

L’olio di oliva è l’unico degli alimenti grassi a derivare da un frutto e questo gli attribuisce particolari proprietà salutistiche e gastronomiche.
Le sostanze nutrienti contenute nell’olio di oliva svolgono molte funzioni all’interno del nostro organismo tra queste:

  • Buona digeribilità sia da crudo che da cotto
  • Riduce la secrezione dei succhi gastrici
  • Stimola la secrezione del succo pancreatico
  • Agisce come epatoprotettore
  • Favorisce l’assorbimento del calcio e l’accrescimento delle ossa lunghe
  • Interviene sull’assimilazione delle vitamine contenute negli alimenti
  • Favorisce la regolazione intestinale

L’olio extravergine di oliva: condimento ideale per le insalate

Uno studio portato avanti dall’università di Purdue, Indiana, ha analizzato le interazioni dei grassi, come l’olio di oliva e il burro, possano influenzare l’assorbimento dei carotenoidi presenti nelle verdure.

Le verdure sono un alimento ricco di sostanze nutritive e tra queste abbiamo proprio i carotenoidi che hanno un ruolo fondamentale per la prevenzione di malattie come quelle cardiovascolari e il cancro.
Dato che non possono essere sintetizzate dall’uomo, queste vengono assorbite tramite la dieta.
L’esperimento è stato effettuato tra tre tipologie differenti di grassi e l’insalata:

  • Grassi saturi: burro
  • Grassi insaturi: olio di oliva
  • Grassi polinsaturi: olio di semi

Cosa ne è venuto fuori?

  1. Le insalate condite con grassi saturi e polinsaturi, hanno creato una forte dipendenza tra la quantità di grasso aggiunto alle verdure e l’assunzione di carotenoidi. Più grasso aggiunto e maggiore è l’assunzione di carotenoidi.
  2. Mentre per i grassi insaturi, come l’olio di oliva, si è notato che l’assimilazione di questa sostanza nutritiva avviene anche in caso di piccole dosi di assunzione.

L’olio di oliva è risultato essere il condimento migliore per le insalate perché riesce a migliorare, anche in piccole quantità, le sostanze nutritive presenti.

E voi, usate l’Olio Evo come condimento per le vostre insalate?

 

A cura di Anna Angeloro.
Appassionata di scrittura, laureata in lettere e beni culturali.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla newsletters

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Olio Evo in bustine monodose? Per una perfetta pausa pranzo! Pensate per chi consuma pasti fuori casa o per chi ha necessità di seguire costantemente il proprio regime dietetico, le bustine monodose contenenti O...
Qual è l’olio ideale per le fritture del tuo ristorante? Le cotture e le preparazioni in un ristorante sono sempre moltissime. Ti sei mai chiesto almeno una volta quale olio utilizzare per la frittura? E’ un...
Perché scegliere olio di qualità per il tuo ristorante? Sono sempre di più i consumatori attenti alla qualità dei prodotti che trovano in tavola, in casa, e ancor più al ristorante. Se è vero che oggi come ...
Addio oliera! Ecco lo spray all’Olio Extravergine di Oliva L’olio extravergine di oliva è un ingrediente indispensabile per le nostre cucine. Dalle ricette semplici a quelle più elaborate, è un must in ogni cu...
La carta degli oli nel ristorante? Ad ogni piatto e ad ogni palato il giusto condimento! Hai mai pensato di mettere l’accento sull’olio e conferirgli il giusto valore? L’olio extravergine è un alimento immancabile in cucina, non solo come ...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *