Olio di oliva Peranzana: prodotto DOP pugliese

Tra le olive usate per la produzione di olio nella solare e fruttuosa terra pugliese, la Provenzale, detta anche Peranzana, è una varietà di olive sfruttate per la produzione di un particolare olio classificato come prodotto DOP.


L’Olio Cristofaro viene prodotto con la cultivar Peranzana.

Dove viene coltivata l’oliva Peranzana?

Le olive della varietà Peranzana sono principalmente coltivate nella zona di Foggia e precisamente nell’area di coltivazione che collega Torremaggiore, San Severo e S. Paolo di Civitate.

Sono caratterizzate da un sapore davvero inconfondibile e da un’acidità molto bassa, che le rende tra le migliori sul mercato.
Ciò che fa diventare unico il sapore dell’olio ottenuto dall’oliva Peranzana è proprio l’oliva stessa, perché è una cultivar pura e non un ibrido, quindi offre un olio dal gusto molto pulito ed equilibrato.
La sua innata bassa acidità, poi, permette a quest’olio di oliva di essere subito consumabile, senza la necessità di aspettare lunghi tempi di maturazione del frutto, nè di mescolarlo ad altri oli per equilibrarne il sapore.

A seconda del momento in cui viene raccolta l’oliva dall’albero, l’olio ricavato avrà un gusto più o meno forte, per questo si attende che il frutto cada da solo dai rami: solitamente questo rappresenta il momento di maturazione ideale per la produzione di olio da tavola.
Loliva Peranzana prende il suo nome dalla trasformazione dialettale di Provenzale, perché in origine veniva coltivato nella Provenza, ma una volta importato in Italia è diventato una produzione mondiale di origine acquisita pugliese, che ne vanta la purezza e il gusto saporito e corposo. La piante di questa specifica varietà di oliva crescono rigogliose in Puglia grazie anche al clima mite, arricchendo il caratteristico paesaggio del sud Italia.

Quale è la resa media della Peranzana?

Olio rappresenta senza dubbio un condimento primario della tipica alimentazione mediterranea, dove non può mancare per insaporire e veicolare tutti i sapori di un piatto. L’olio di Peranzana viene dunque molto sfruttato in cucina, soprattutto a crudo, per il suo gusto intenso ma equilibrato, in grado di non coprire i sapori ma di intensificarli.

L’oliva di Peranzana viene coltivata dove le condizioni climatiche e del terreno consentono una produzione proficua e costante. La resa dell’oliva Peranzana viene però classificata come media, perché le alte rese di olio richiedono una grossa quantità di olive. Il frutto, infatti, ha un nocciolo molto spesso e largo per cui la parte edibile e sfruttabile per la produzione di olio diventa minima. Anche se la resa dell’oliva Peranzana non è considerata elevata (circa 10-15%), l’olio pugliese ottenuto da essa viene classificato come prodotto DOP (Denominazione di Origine Protetta) e appartenente alla zona geografica definita come Alto Tavoliere.

Le olive vengono raccolte esclusivamente a mano, sono di grandezza media e l’olio che da esse si produce ha anche un basso livello di acidità, fondamentale per posizionarlo tra i prodotti di alta qualità organolettica.

E tu hai mai provato l’olio extravergine di Peranzana?

A cura della redazione di Olio Cristofaro

Vuoi sentire il profumo dell'olio fresco appena franto?

Confezionato in frantoio per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.
Olio Cristofaro: presente nella guida internazionale FLOS OLEI 2018. Classificato come uno dei migliori extravergine nel mondo

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Olio Novello Pugliese 2017: perché degustarlo? Che bello! E' arrivato l'olio novello 2017! E' verde, forte e profumato di olive appena schiacciate. Questo rito magico che si ripete ogni anno ti rip...
Acquistare il vero olio extra vergine pugliese online? Ecco alcuni accorgimenti! Oggi acquistare online è diventata una operazione semplice e alla portata di tutti. Non sempre però tutti i prodotti sono semplici da acquistare su In...
L’olio extravergine pugliese finalmente diventa IGP! Finalmente è diventato realtà il marchio IGP Olio di Puglia, dopo che l’indicazione Geografica Protetta era stata già concessa ai prodotti di Calabria...
Olio novello non filtrato caratteristiche organolettiche e uso in cucina L'olio appena franto in alcuni casi presenta delle particelle in sospensione che altro non sono se non pezzetti di olive. In questo caso si è di front...
Perché acquistare olio pugliese direttamente dal frantoio? La stagione autunnale è ricca di prodotti di qualità pregiata e dai sapori unici, tra questi c'è l'olio d'oliva che, nel periodo della spremitura, può...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *