Pasta con Olio di Oliva: una ricetta tutta da scoprire!

Pasta con Olio di Oliva: una ricetta tutta da scoprire!
Mangia sano. Degusta l'Olio Nuovo 2018 direttamente dal Frantoio

ACQUISTA ORA

Olio prodotto in Puglia da Spremitura a Freddo. 100% Italiano.
Confezionato in frantoio. Per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.

L’olio di oliva è un prodotto alimentare dalle origini antichissime. Inizialmente presente solo nella zona dell’antica Asia Minore, si diffuse nel tempo in tutta l’area del Mediterraneo, per poi arrivare in tutto il resto del mondo. Oggi esistono numerose varietà di oli, come l’olio di oliva, l’olio di semi di arachide o di girasole, l’olio di palma e molti altri, ma quello maggiormente utilizzato nelle cucine mediterranee è sicuramente l’olio extravergine di oliva. Vediamo come usarlo in una delle ricette più semplici: la pasta in bianco con olio di oliva.

Olio di oliva: caposaldo della gastronomia italiana

I nostri avi lo sapevano bene. Frutta, verdura, olio extravergine d’oliva, legumi, pasta, pesce e carne, sono gli alimenti che regalano qualcosa di straordinario al nostro palato. Sono questi gli elisir di lunga vita.
Riconosciuta dall’Unesco come patrimonio dell’Umanità, la Dieta Mediterranea scoperta resta uno dei capisaldi anche della longevità, non solo del buongusto.

L’olio di oliva è uno dei pochissimi ingredienti che non manca mai nelle cucine italiane ed è un prodotto molto versatile. Viene impiegato sia a crudo, per condire insalate, frutta, verdure cotte e crude, sia per la preparazione e la cottura dei cibi. In particolar modo per condire, insaporire e valorizzare tantissime pietanze differenti, come pasta, riso e cereali, pietanze di carne e pesce, salse, sughi, pesti ed emulsioni, ma è ottimo anche per la preparazione di moltissimi dolci.

L’olio Evo non è solo l’ingrediente più sano per condire le pietanze; è ottimo anche per friggere, a patto che si rispetti la giusta temperatura, che non deve mai superare il punto di fumo, momento in cui il grasso dell’olio inizia a deteriorarsi, rilasciando un fumo maleodorante e sostanze tossiche per l’organismo. L’olio di oliva, a differenza degli altri olii, se usato correttamente, può essere usato anche più di una volta per la frittura dei cibi.

Questo tipo di olio è anche un ottimo conservante naturale, proprio come il peperoncino, il sale, lo zucchero e tutto ciò che può essere affumicato. Per conservare i cibi a lungo infatti, basta sistemarli in un contenitore pulito e asciutto, coprirli completamente d’olio e chiudere il tappo ermeticamente, come avviene per tutte le conserve sott’olio che noi italiani conosciamo bene.

Di solito, l’olio si trova in commercio in bottiglie di vetro sigillate, in lattine a banda stagnata o in cartone plastificato; ricordiamoci sempre di verificare, al momento dell’acquisto che il contenitore sia integro e che l’olio non sia troppo trasparente. Dopo l’apertura è possibile conservarlo senza perderne le proprietà fino a un anno.

L’olio di oliva è uno dei capisaldi della tradizione gastronomica italiana e, vista le svariate tipologie di cultivar possiamo trovare olio extravergini di oliva più o meno densi, più o meno amari, fruttati o aciduli, a seconda della zona e della cultivar da cui vengono ricavati.

E’ ricco di grassi, ma grazie alle sue numerose proprietà benefiche, è particolarmente consigliato per una dieta alimentare sana. Alcuni studi hanno dimostrato che l’olio di oliva, grazie ai suoi componenti e alle numerose vitamine contenute, è un buon rimedio contro l’invecchiamento, è utile a prevenire il colesterolo cattivo (LDL), le malattie cardiovascolari e le neoplasie; contrasta i radicali liberi e stimola lo sviluppo delle ossa.

E per condirlo su una semplice pasta fatta in casa? Beh, vediamo come prepararla e servire a tavolo la Cultura Italiana!

Pasta in bianco con Olio Evo

La ricetta di oggi farà arrabbiare la maggior parte dei genitori, la pasta in bianco che spesso i nostri amati figli amano anche quando abbiamo passato ore e ore ai fornelli per cucinare manicaretti o piatti ricchi per camuffare verdure, legumi, tutti cibi che i bambini piccoli odiano.
Ma a parte l’ostilità di molte mamme, la pasta in bianco con olio è un piatto grandioso, perché ci permette di esaltare le doti di 3 grandi ingredienti della nostra cucina italiana:

  • la pasta
  • il Parmigiano Reggiano
  • l’olio extravergine di oliva

Perché bastano questi tre ingredienti, spesso dati per scontati, per realizzare un piatto delizioso, dal sapore delicato, buonissimo, grazie principalmente all’equilibrio che si crea tra la sapidità del formaggio e il profumo intenso dell’olio.
Vediamo come prepararla!

Ingredienti

  • 400 grammi di pasta, lunga o corta non ha importanza
  • 1 spicchio di aglio in camicia
  • Olio extravergine di oliva
  • 70 grammi di Parmigiano Reggiano

Procedimento

  1. Fate scaldare in una padella 6 cucchiai di olio di oliva, l’aglio in camicia e fate cuocere a fiamma bassa per 5 minuti.
  2. Intanto preparate l’acqua per la pasta in una pentola capiente, quando bolle buttate il sale e quindi cuocete la pasta al dente.
  3. Scolate la pasta e tenete da parte 1-2 mestoli di acqua di cottura.
  4. Immergete la pasta nella padella con l’olio, saltate per bene, eliminate l’aglio, condite con il Parmigiano e portate a fine cottura aggiungendo un goccio di acqua di cottura.
  5. Impiattate, condendo con un filo di olio Evo e altro Parmigiano e servite.

L’errore che spesso viene commesso è quello di mettere il formaggio solo alla fine e così la pasta risulta secca e non amalgamata, ma se mantecherete la pasta in padella con olio e acqua di cottura, anche una semplice pasta in bianco sarà un grande successo e non solo per i più piccini!

Ricordate, cosa fondamentale, di impreziosire il vostro piatti con un ottimo olio di oliva extravergine di prima scelta, non ne serve molto, ma il sapore viene principalmente da questo ingrediente, quindi non lesinate, anzi abbondate! Buon Appetito!

 

Avete mai pensato di cucinare una buonissima Pasta in Bianco con il nostro Olio Extravergine di Oliva? Provalo e Raccontaci!

 

A cura di Anna Angeloro.
Appassionata di scrittura, laureata in lettere e beni culturali.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla newsletters

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Oliva Bella di Cerignola: dalla pianta alla tavola Carnosa e saporita, questa varietà di cultivar pugliese autoctona ha soggiogato le tavole italiane e di tutto il mondo grazie alla sua elevata qualità...
Come preparare e conservare le olive sott’olio Le olive sott'olio, siano esse verdi o nere, sono una vera e propria squisitezza perfetta da gustare come aperitivo o come contorno. Vediamo come prep...
Una Torta alle Carote e all’Olio di Oliva: tutta da gustare! Un dolce semplicissimo da fare, senza latte e derivati, fatto da una consistenza meravigliosa composta dalla dolcezza delle carote abbinata a pochissi...
Come preparare una torta soffice all’olio di oliva La torta con olio di oliva è un dolce molto soffice e facile da preparare con ingredienti genuini che si trovano facilmente in casa. Perfetta per la c...
Perché usare l’olio extravergine di oliva al posto del burro? I due condimenti più utilizzati per condire, insaporire le pietanze sono il burro e l'olio extravergine di oliva. L'uno di origine animale, l'altro di...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *