Ti piace l’olio dal sapore intenso e deciso? Scegli l’olio rustico non filtrato

olio filtrato o olio non filtrato

L’olio rustico non filtrato è una tipologia di olio extravergine davvero particolare, una delle varianti più gustose, prelibate e ricche di proprietà salutistiche. Scopriamo insieme le sue caratteristiche.


Ecco un video girato in frantoio durante la fase di spremitura e confezionamento dell’olio rustico.

Olio rustico non filtrato: un pieno di salute

L’olio rustico non filtrato può essere considerato un alimento davvero pregiato, perfetto da utilizzare sulle più svariate pietanze e indispensabile per fare un pieno di salute! Esso dà il massimo se consumato a crudo su insalate e carni, ma anche su una semplice fetta di pane o saporite bruschette.

L’olio extravergine di oliva non filtrato rappresenta una vera toccasana per la nostra salute: esso è ricco di sostanze antiossidanti, che aiutano a mantenere giovane il nostro organismo, e vitamine come la E e la D fondamentali per la salute del nostro corpo. Non manca l’effetto protettivo sull’apparato cardio-vascolare e su quello gastro-intestinale.

Caratteristiche organolettiche dell’olio rustico non filtrato

Ma quali sono le caratteristiche organolettiche di questa tipologia di olio EVO? Esso si presenta torbido alla vista perchè presenta al suo interno un mix di particelle di polpa + nocciolo di oliva e acqua di vegetazione. Ha una texture ricca, un gusto deciso ed intenso, un sapore principalmente fruttato ma con note piccantine, che ancora di più riescono ad esprime la sua qualità.

Esso è perfetto per chi ama un olio dal gusto forte, deciso, che si faccia sentire. Tale olio lascia solitamente un leggero deposito sul fondo della bottiglia in cui è contenuto. Questo non deve allarmare o preoccupare: esso è infatti una delle caratteristiche dell’olio non filtrato. Si consiglia comunque, specie in primavera, di travasare l’olio in modo da ridurre i sedimenti che, col tempo, potrebbero compromettere la qualità dell’olio.

Ma la cosa affascinante di questo alimento sta nel fatto che i pezzetti di frutto (polpa e nocciolo) restituiscono odore e sapore all’olio anche per lunghi periodi. I pezzetti d’oliva svolgono una funzione di riserva, che cede in modo continuo le sostanze aromatiche che ne determinano il gusto così ricco, corposo, particolare ed autentico.

A cura della redazione di Olio Cristofaro

Vuoi sentire il profumo dell'olio fresco appena franto?

Per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.
Olio Cristofaro: presente nella guida internazionale FLOS OLEI 2018. Classificato come uno dei migliori extravergine nel mondo

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Come riconoscere gli oli d’oliva? La legge stabilisce criteri precisi per la definizione dei diversi tipi di olio di oliva. In particolare, per chiamarsi vergine, l'olio deve essere ot...
Come viene prodotto l’olio extra vergine? Ecco l’intero processo di produzione L'olio di oliva vergine è l'olio ottenuto dall'oliva, unicamente mediante procedimenti meccanici o altri procedimenti fisici in condizioni, termiche p...
Tecnica di assaggio dell’olio di oliva: dall’esame olfattivo a quello gustativ... La degustazione dell'olio è una vera arte e come tale non può essere improvvisata. Ecco 2 semplici esami da eseguire per assaggiare e valutare la qual...
L’analisi sensoriale e la qualità alimentare degli oli di oliva L’analisi sensoriale valuta le caratteristiche di un prodotto alimentare che interagiscono con i nostri organi di senso e, per ognuna di queste, indiv...
Qual è il grado di acidità dell’olio pugliese? Proprio per la sua grande richiesta nazionale ed internazionale, oltre che per la sua indiscutibile bontà al palato, l'olio pugliese viene considerato...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *