Ecco 6 passaggi per Aromatizzare l’Olio di Oliva

L’olio di oliva può essere aromatizzato e permette di aggiungere un tocco in più a tutte le pietanze. Usato in cottura o solo per condire a crudo qualsiasi pietanza, l’olio di oliva aromatizzato è un prodotto sfizioso per tutti i palati.
Aromatizzare l’olio in casa è un processo semplice, basta rispettare le norme di igiene di conservazione. Seguiamo insieme questi 6 passaggi!

Procedura per aromatizzare l’olio Evo

    1. Scegliere una bottiglia adatta
      Bottiglia con chiusura ermetica: meglio il tappo di sughero per evitare l’arrugginimento del tappo in metallo.
      Lavare la bottiglia con acqua e sapone e lasciarle asciugare
    2. Decidere quali erbe usare per aromatizzare l’olio di oliva
      In base all’uso che si vuole fare dell’olio, scegliere le erbe giuste, come timo, rosmarino, basilico, salvia e origano
      Le erbe aromatiche devo essere essiccate per evitare la proliferazione di batteri nell’olio
      È possibile combinare anche più sapori
    3. Lavare e asciugare le erbe aromatiche
      Le erbe aromatiche possono essere essiccate al sole oppure predisporle su una teglia e cuocerle in forno a temperature basse
    4. Miscelare erbe aromatiche e olio di oliva
      Versare l’olio di oliva all’interno delle bottiglie che contengono già le erbe aromatiche scelte
      Per aromatizzare l’olio più velocemente è possibile scaldare la miscela in una pentola, è possibile filtrare l’olio prima di versarlo nella bottiglia
    5. Chiudere ermeticamente la bottiglia e lasciare il composto in un luogo freddo per una settimana
      Più tempo resta più l’olio di oliva assorbirà il sapore delle erbe
      Il luogo adatto per la conservazione è il frigo. Dopo una settimana circa è pronto per l’uso
    6. Adesso puoi condire qualunque tipo di piatto
      dal pesce alla carne, dalle insalate alle verdure. Alle grigliate più fantasiose con i tuoi amici.

Gli odori più usati per aromatizzare l’olio di oliva

Gli oli aromatizzati sono molto semplici da preparare in casa. Si possono usare ortaggi come l’aglio e il peperoncino o semplici spezie come rosmarino, basilico e salvia.
Ecco le ricette più famose e semplici da preparare:

  • Olio aromatizzato all’aglio: per 500 ml di olio Evo si utilizzano 7 spicchi di aglio. Si usa per assaporare le bruschette, su pasta e pizza, insalate e numerosi altri piatti.
  • Olio aromatizzato al basilico: con 1 litro di olio Evo si utilizzano 10 foglie di basilico. La miscela deve conservare per 3 settimane circa.
  • Olio aromatizzato alla menta: 1 litro di olio Evo, 2 spicchi di aglio, 20 gr di menta e 20 gr di basilico. Può essere usato già nell’immediato.
  • Olio aromatizzato al peperoncino: 250 ml di olio Evo, 2 peperoncino e 1 rametto di rosmarino. Col passare del tempo l’olio di oliva acquisirà più piccantezza.

E tu? Sei pronto per condire i tuoi piatti con l’olio aromatico che preferisci?

 

A cura di Anna Angeloro.
Appassionata di scrittura, laureata in lettere e beni culturali.

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Benessere e Gusto con la Dieta Mediterranea a Zona Non una dieta ma una vera e propria strategia alimentare la “Zona Mediterranea” ha come obiettivo la salute e il benessere globale degli individui. N...
Quante salse possiamo creare con l’Olio di Oliva? Ecco le più gustose! Proporre delle salse che hanno in comune l’olio di oliva, tipico delle nostre terre, ma che al tempo stesso provengo da parti del mondo diverse è un b...
Ricette per conservare le verdure sott’olio: ecco 4 prelibatezze pugliesi! La Puglia è da sempre, terra di grandi vini e di grandi oli. L’ingrediente principale per conservare le verdure sott’olio, secondo la tradizione della...
Zeppole di San Giuseppe: usiamo l’Olio Evo e non il Burro! Chi di noi non si è mai deliziato assaggiando le “zeppole di San Giuseppe”? Un dolce tradizionale che fa della festa del papà una tipicità unica. Morb...
Frittata: meglio Olio di Oliva oppure Olio di Semi? La frittura è un procedimento di cottura di alimenti molto amato da tutti che si basa sull'uso di alte temperature e grassi animali o vegetali. Se vie...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *