Vi è mai capitato di sfiorare o essere punti da un riccio di mare? Sicuramente il dolore che avrete sentito è colpa dei suoi aculei ma, se il danno non è gravissimo, l’olio di oliva può aiutarci. Come? Scopriamolo insieme!

Siamo nel pieno dell’estate ed essendo tempo di vacanza il posto più abito è proprio il mare. Godersi la brezza marina e le spiagge affollate, fare lunghe passeggiate o semplicemente rilassarsi nell’acqua salata è una delle cose che tutti noi facciamo prima di ritornare al lavoro. Ma è anche un periodo che porta con se degli inconvenienti, soprattutto per chi ha calpestato accidentalmente un riccio di mare lasciando, come ricordo sulla nostra pelle, uno dei suoi aculei.

Un Kit di pronto soccorso con Olio Evo

Dolore lancinante a cui è difficile resistere ed ecco allora che arriva in soccorso il nostro formidabile olio di oliva.
L’olio Evo è uno di quegli ingredienti che non mancano mai nella nostra cucina e ormai sappiamo anche che è elemento fondamentale per la cura della casa e del benessere della nostra persona.

È un ottimo alleato per eliminare le spine di riccio che accidentalmente si sono conficcate sotto i nostri piedi. Tenere un kit di pronto soccorso nelle nostre borse può essere utilissimo.
Cosa metterci dentro?

  • Acqua ossigenata
  • Una boccetta di Olio Evo
  • Pinzette
  • Ago
  • Crema per insetti, meduse, ect.
  • Benda

Come eliminare le spine di riccio?

  1. Valutare la gravità del danno (è importante ricordare che i rimedi naturali sono utili per danni di lievi entità)
  2. Disinfettare la zona colpita dalle spine
  3. Con ago e pinzetta rimuovere pian piano le spine superficiali (cercate di non farle spezzare ma di estrarle integre)
  4. Cospargere la parte ferita con dell’olio di oliva e avvolgere con una benda
  5. Non esponete la parte colpita al sole
  6. Passato un pò di tempo, togliete la benda e con le pinzette eliminate le spine rimaste (l’olio le avrà sollevate in alto)
  7. Dopo aver eliminato completamente le spine, la zona colpita dovrà essere nuovamente disinfettata

E tu hai mai calpestato accidentalmente un riccio di mare?

P.S. L’olio extravergine rappresenta un rimedio naturale e non può in nessun caso sostituirsi ad un trattamento medico. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo eventuali patologie o problemi di salute.

A cura di Anna Angeloro.
Appassionata di scrittura, laureata in lettere e beni culturali.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *