Fattori di rischio delle malattie e prevenzione con una sana alimentazione

olio di oliva prevenzione e cura malattie
Mangia sano. Prenota l'olio nuovo 2018 in frantoio

PRENOTA ORA

Nessun pagamento anticipato, prezzo bloccato e spedizione GRATIS!
Olio Pugliese confezionato in frantoio. Per sentire l'intenso profumo di fresco. Sempre.

Un’alimentazione equilibrata e corretta è alla base del benessere dell’organismo e può essere di aiuto sia nel prevenire diverse malattie sia per facilitarne i processi di guarigione. Per meglio comprendere l’importanza dell’alimentazione nella prevenzione delle malattie, dobbiamo conoscere i “fattori di rischio”, cioè quelle situazioni o condizioni che possono portare a una certa malattia e i conseguenti comportamenti da assumere per eliminare o ridurre il rischio o per attuare almeno una diagnosi precoce.

Fattori di rischio

I fattori di rischio possono essere:

  • genetici
  • ambientali sui quali poco può fare il singolo individuo per ridurli o eliminarli
  • mentre molto può fare il singolo individuo sui fattori di rischio legati a stili di vita rientrano proprio tra le attività di prevenzione primaria proficue, incoraggiate anche dalla comunità economica europea nel decalogo per la ricerca del benessere dell’individuo.

I corretti stili di vita

I corretti stili di vita includono:

  • molta attività fisica
  • l’assunzione di moderate quantità di alcool
  • l’astensione da fumo, droghe, ecc.

La dieta mediterranea

Riguardo all’alimentazione dobbiamo evidenziare come la dieta mediterranea costituisca un esempio di “correttezza alimentare” proprio per le sue caratteristiche:

  • equilibrio e proporzioni giuste tra nutrienti
  • assunzione di molta acqua e poco sale
  • poca carne, uova e latticini
  • poco vino
  • molta verdura, legumi, frutta fresca, pesce
  • assunzione di pochi grassi.

L’olio di oliva

Le caratteristiche dell’olio di oliva possono essere così sintetizzate:

  • ha proprietà organolettiche e nutraceutiche
  • influenza diverse funzioni biologiche e interviene nella prevenzione di varie malattie cardiovascolari, neurodegenerative, dermatologiche, metaboliche, gastoenteriche e tumorali
  • aumenta l’assorbimento del calcio e la mineralizzazione ossea
  • potenzia il sistema immunitario.

Gli acidi grassi insaturi presenti nell’olio di oliva potenziano la termoresistenza e la stabilità dell’olio stesso, non aumentano il colesterolo e inibiscono la formazione della placca aterosclerotica nei vasi. Gli antiossidanti presenti anch’essi nell’olio di oliva:

  • contrastano i radicali liberi derivanti dai processi metabolici e che sono dannosi per le cellule
  • riducono l’ossidazione delle lipoproteine e stimolano la secrezione di ossido nitrico
  • hanno proprietà antitumorali mediante meccanismi di prevenzione dei danni ossidativi del DNA, riduzione degli oncogeni, azione antiproliferativa cellulare e induzione della morte cellulare.

Articolo scritto da Domenico Facciorusso

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla newsletters

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Gli effetti positivi dell’olio extra vergine sulla salute L’olio d’oliva, per quelli che praticano sport, è in grado di mantenerli in forma e al massimo delle loro energie. È fondamentale anche per bimbi ed a...
Perché l’olio extra vergine di oliva è un aiuto contro l’Alzheimer? Il nostro cervello beneficia di alcune delle sostanze che sono presenti all'interno dell'Olio Extra Vergine d'Oliva e che aiutano anche facoltà prezio...
L’olio extra vergine contro il cancro al seno L' olio extra vergine di oliva, un ingrediente che usiamo nella cucina di ogni giorno potrebbe essere la chiave di svolta per eliminare il gene del ca...
Effetti dell’olio extravergine sull’apparato digerente Gli alimenti preparati con olio extravergine di oliva presentano un'eccellente tolleranza gastrica e intestinale. L'olio d'oliva protegge le mucose ed...
Quante calorie possiede l’olio extravergine d’oliva? L'olio è l'alimento più utilizzato in cucina da millenni, senza di esso sarebbe quasi impossibile gustare i cibi della nostra tavola. Ma quante calori...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *